Malore a scuola
Bidella muore
dopo un giorno

L’istituto comprensivo Boscardin. ARCHIVIO
L’istituto comprensivo Boscardin. ARCHIVIO
Antonella Fadda20.09.2018

BRENDOLA. Venerdì 21 settembre, ore 6 Non ce l'ha fatta Maria Giuseppa Varsalona, 54 anni compiuti da poco, la collaboratrice scolastica in servizio alla scuola primaria "Boscardin" di Brendola che l'altra mattina si era sentita male ed era stata soccorsa dai colleghi prima di lasciarla alle cure del personale dell'ambulanza del Suem. La donna, che risiedeva a Grancona, frazione di Val Liona, in località San Gaudenzio, è morta ieri mattina, intorno alle 9.30, all'ospedale "San Bortolo" di Vicenza dove si trovava ricoverata in condizioni ormai disperate in terapia intensiva.È mancata all'incirca alla stessa ora in cui il giorno prima, mentre si trovava al lavoro a scuola, era stata colta da un forte malore. Ad accorrere nel giro di pochi istanti erano stati gli altri bidelli e gli insegnanti che hanno dato anche l'allarme al numero di pronto intervento sanitario. In quei concitati attimi le è stato praticato il massaggio cardiaco, mentre una maestra è andata a prendere il defibrillatore dalla postazione di emergenza nella scuola media, che si trova nelle vicinanze.

 

Giovedì 20 settembre. Attimi di paura ieri mattina poco dopo le 9 alla scuola elementare "Boscardin" di Brendola, dove una dipendente del personale Ata si è sentita male. La donna ha accusato un improvviso malore e si è accasciata. Vedendo che aveva perso conoscenza e capendo che la situazione era critica, le maestre l'hanno subito soccorsa allertando nel frattempo il 118. In attesa che arrivasse l'ambulanza alcune insegnanti che hanno frequentato il corso, si sono alternate nel praticare il massaggio cardiaco. Intanto una maestra è corsa a prendere il defibrillatore, posizionato nella vicina scuola media. Seguendo anche le indicazioni date dall'operatore del 118, con cui la scuola è sempre rimasta in contatto telefonico, lo strumento salva vita è stato subito attivato ed è stato ripristinato il battito. All'arrivo dell'ambulanza i sanitari hanno stabilizzato la bidella che è stata trasportata al pronto soccorso dell'ospedale San Bortolo.