Impresa familiare
di spaccio: padre
e fratelli nei guai

Il materiale sequestrato dai carabinieri
Il materiale sequestrato dai carabinieri
09.11.2018

BRENDOLA. Un 31enne arrestato, il padre e il fratello denunciati. Tutti per detenzione ai fini di spaccio. È l'esito di quello che era partito come un controllo di routine dei carabinieri di Brendola che hanno fermato, in via Revese, Massimiliano Gissi. L'uomo, particolarmente agitato, ha cercato dinascondere un grinder. La sua auto è stata perquisita e sono stati trovati sei grammi di marijuana. Il controllo è stato esteso nell'abitazione e sono spuntati: 12 barattoli in vetro con 76 grammi di marijuana; quattro piante di cannabis nella soffitta dell’abitazione, dove era stata ricavata una serra con un sistema di illuminazione e con temporizzatore per la misura della temperatura e dell’umidità; altri grinder e un bilancino. Non era tutto. Nascosti nelle camere del fratello e del padre è stata trovata altra marijuana dunque per entrambi è scattata la denuncia.