Bimbi mai nati Al cimitero c’è il Giardino degli angeli

Il “Giardino degli angeli”.  I.BER.
Il “Giardino degli angeli”. I.BER.
I.BER. 24.12.2018

Il Comune di Brendola ha istituito il “Giardino degli angeli”, spazio nel cimitero del capoluogo in cui verranno inumati i bimbi mai nati. L’ha annunciato in Consiglio l’assessore ai servizi sociali Silvia De Peron, spiegando che l’area sarà destinata ai feti la cui età presunta di gestazione sia inferiore alle 20 settimane, cioè il limite entro il quale vengono considerati dalla normativa “rifiuti sanitari speciali”. «Dare una dignitosa sepoltura ai bimbi mai nati - spiega De Peron - è un atto di attenzione e di pietà nei confronti di quei genitori che desiderano avere uno spazio e un luogo sacro dove poter ricordare i propri figli, che non hanno mai visto la luce». Il “Giardino degli angeli”, delimitato da una piccola recinzione, è custodito simbolicamente da una statua, raffigurante un piccolo angelo con un mazzolino di fiori, donata al Comune dallo scultore Silvano Mastrotto. L’artista l’aveva realizzata per il fratello Armando, morto tragicamente in giovanissima età. «Ringraziamo lo scultore e la sua famiglia», spiega l’assessore. Inaugurazione prevista venerdì 28, alle 11.30. • © RIPRODUZIONE RISERVATA