Genitore infuriato
minaccia a scuola
la maestra del figlio

I carabinieri sono stati chiamati per riportare la calma. ARCHIVIO
I carabinieri sono stati chiamati per riportare la calma. ARCHIVIO
Giulia Armeni06.12.2017

SANDRIGO. Si è presentato al termine delle lezioni, nel pomeriggio di venerdì, entrando a scuola e dirigendosi verso una maestra, per poi aggredirla verbalmente, minacciandola. Questo perché, secondo il genitore protagonista di un movimentato episodio alla scuola elementare Trissino di Sandrigo, l'insegnante avrebbe, in diverse occasioni, maltrattato il figlio. Un bambino che frequenta la terza elementare e che avrebbe riferito alla famiglia di essere stato strattonato; e con lui, secondo le pochissime indiscrezioni che trapelano, anche un altro compagno. 

 

Motivo per cui un papà ha deciso di farsi giustizia da solo, arrivando ad insultare la donna e creando scompiglio tra alunni e personale tanto che proprio dalla scuola è partita la chiamata ai carabinieri della stazione di Sandrigo, intervenuti per sedare gli animi ma anche per verificare tanto le accuse all'insegnante quanto il comportamento poco ortodosso del genitore. 

 

La vicenda, si capisce, è di quelle delicate e trattandosi di fatti avvenuti all'interno di un edificio scolastico, coperta dal massimo riserbo. E nonostante la preside Martina Polo, raggiunta telefonicamente, neghi seccamente che nella sua scuola sia avvenuto qualcosa, «non è successo nulla, va tutto bene», la segnalazione partita proprio dai telefoni della Trissino è inequivocabile.

Condividi la notizia