Nuova giunta in vista ma con tre riconferme

Il sindaco Daniele Galvan è stato riconfermato a Bolzano
Il sindaco Daniele Galvan è stato riconfermato a Bolzano
Andrea Frison 13.06.2018

Daniele Galvan, fresco di riconferma a sindaco di Bolzano Vicentino ha iniziato ieri le consultazioni per la formazione della giunta incontrando singolarmente gli otto consiglieri di maggioranza eletti domenica. Al sindaco compete la nomina di quattro assessori, tra i quali scegliere il vicesindaco. «Per il momento sono dell’idea di confermare tre assessori della passata amministrazione e di inserire un nome nuovo – spiega Galvan -. Chi riceverà la nomina dipenderà, ovviamente, dai colloqui di questi giorni, dalla disponibilità delle persone e dai referati che proporrò a ciascuno». Della vecchia giunta, sono tornati a sedere in consiglio comunale Marilisa Pettinà, assessore all’istruzione e alla cultura, Samantha Frigo, assessore al personale e al bilancio, e Giovanni Calgaro, assessore esterno al sociale e alla protezione civile. I nomi più accreditati per entrare a far parte della nuova giunta sono quelli di Raffaella Dal Sasso, che con 91 preferenze è stata la più votata della lista Galvan, e Marcello Minuzzo, già consigliere comunale e capogruppo di maggioranza che è stato il secondo più votato con 82 preferenze. Seguono gli stessi Calgaro e Frigo, rispettivamente con 74 e 70 voti, mentre Marilisa Pettinà arriva dopo Monia Sperotto con 62 preferenze rispetto alle 68 della compagna di lista. «Teniamo presente – precisa Galvan – che abbiamo lasciato ciascuno libero di farsi campagna elettorale, mentre cinque anni fa i candidati si presentavano in coppia, ottenendo quindi più preferenze personali». Per la convocazione del primo consiglio comunale, intanto, ci sarà da aspettare ancora un po’, «almeno un paio di giorni», precisa il sindaco. Ieri, intanto, Galvan ha firmato l’atto ufficiale di nomina dei consiglieri, ai quali sono stati spediti lo statuto comunale, il regolamento e le credenziali di accesso alla casella di posta elettronica certificata personale. Da parte loro, i consiglieri dovranno fornire il curriculum vitae in formato europeo e la dichiarazione di non ineleggibilità. • © RIPRODUZIONE RISERVATA