Villa Valmarana Il rilancio passa dal nuovo direttore

Bressan e Rossato. ARMENI
Bressan e Rossato. ARMENI
G.AR. 23.01.2019

Il rilancio di villa Valmarana Bressan a Vigardolo riparte dall'arte. O meglio, dal presidente del locale gruppo Arte “Golin”, Massimiliano Rossato, nominato per il 2019 direttore artistico generale dell'intero complesso palladiano. Un incarico di prestigio e di grande responsabilità, assegnatogli dal proprietario del sito architettonico, Alessandro Bressan, che già da qualche anno ha avviato un progetto di riqualificazione della struttura. In attesa della partenza dei lavori di recupero degli ex annessi e dopo aver già dato vita all'iniziativa museale sulla civiltà contadina con l'apertura degli “Spazi dei granai”, il testimone torna dunque nuovamente a Rossato, che del museo delle tradizioni e dei mestieri è stato lo scorso anno l'artefice. «Il mio compito - spiega - sarà quello di riqualificare l'intero patrimonio storico, culturale e artistico della villa rinascimentale, attraverso iniziative ed eventi». Dal restauro degli interni e degli esterni alla conservazione dei beni, Rossato curerà le relazioni con gli enti e le istituzioni di riferimento, dalla Sovrintendenza di Verona al Palladio Museum, da villa Valmarana ai Nani a “Vicenza Guide Tour” e “Discovery Vicenza”. «Per il 2019 abbiamo già otto appuntamenti in programma - annuncia Rossato - primo tra tutti il premio nazionale di ritratto “Andrea Palladio”, in collaborazione con Federico Scomazzon». A supportare Rossato nel lavoro dei prossimi mesi sarà un comitato scientifico in cui siedono Galliano Rosset, Valentina Casarotto, Stefania Carlesso, Antonio Orbana e gli stessi componenti del gruppo Arte. • © RIPRODUZIONE RISERVATA