Gli alberi di Natale
in metallo
dividono le piazze

L'albero di Natale allestito a Noventa
L'albero di Natale allestito a Noventa
09.12.2018

CAMISANO. Legno o metallo? Tradizione o novità? Abete classico o struttura in ferro? Il popolo del web di Camisano e di Noventa Vicentina si divide sulla scelta, presa dalle rispettive amministrazioni comunali, di allestire per la prima volta, in centro paese, un albero di Natale di metallo. Se nel Comune del Basso Vicentino la novità è però stata accolta positivamente da buona parte dei cittadini, lo stesso non si può dire del Paese degli acquisti, dove la struttura in ferro allestita di fronte al municipio, non ha raccolto molti consensi. È infatti bastata una foto postata sui social per scatenare centinaia di commenti, quasi tutti contrari al nuovo albero di Natale metallico, giudicato “orrendo”, “freddo”, “inguardabile”, “di cattivo gusto”, per molti simile “ad un’astronave” o “ad un’antenna telefonica”.

 

Difende però la sua scelta Giuseppe Maddalena, vicesindaco di Camisano, nonché assessore con delega alle attività produttive: «Avevamo contattato i comuni di Asiago ed Enego per poter comprare uno degli alberi caduti durante il maltempo, ma c’erano dei costi di trasporto veramente troppo alti e le condizioni del legno sono troppo precarie perché possa durare fino alla fine del periodo natalizio».