Vandali scatenati Baby gang sfascia giostre e panchine

Danni anche lungo la ciclabile dove sono state divelte panchine. MA.BI.
Danni anche lungo la ciclabile dove sono state divelte panchine. MA.BI.
Marco Billo 08.09.2018

Un'ondata di vandalismi ha colpito Dueville nel corso dell'ultima settimana. Dietro alle panchine e ai segnali divelti, ai muri imbrattati, alle giostrine distrutte e ai citofoni dati alle fiamme potrebbe esserci una baby gang, un gruppo composto da circa cinque giovani probabilmente minorenni. «È quanto hanno ripreso le telecamere a Passo di Riva nella notte del 29 agosto: la banda ha prima staccato la cassetta postale dell'ex scuola elementare della frazione, ora sede della segreteria dell'istituto comprensivo, per poi lanciarla sopra a una struttura in cemento. Non ancora soddisfatti hanno deciso di incendiare il citofono», spiega il vicesindaco Davide Zorzo. «Sempre la scorsa settimana, durante il weekend, alcuni ignoti hanno imbrattato le scale che scendono a un locale tecnico del palazzetto dello sport, dove abbiamo anche trovato bottiglie vuote e rifiuti». Ma questi atti vandalici non sono bastati ai teppisti che sarebbero entrati in azione anche nella notte tra lunedì e martedì. «Il terzo episodio si è verificato nella pista ciclabile che corre lungo via Milana a Vivaro. All'altezza della strada che si dirige verso il cimitero della frazione abbiamo trovato una panchina, con la base in cemento, ribaltata: fortunatamente nell'impatto non si è danneggiata. Inoltre hanno piegato tre cartelli della segnaletica stradale. Due siamo riusciti a sistemarli mentre uno è stato sostituito», aggiunge Zorzo. «L'ultimo episodio si è verificato mercoledì. Nella notte i vandali hanno spezzato a metà un palo di una giostrina nel parco “Diritti dei bambini” di viale degli Alpini. Ora sarà necessario inserirla nel programma di rinnovo dei parchi pubblici per sostituirla». Tra materiale e manodopera, complessivamente il danno provocato al Comune da questa baby gang ammonterebbe a circa 5 mila euro. «Episodi come questi accadono soprattutto nel periodo estivo: perciò negli scorsi mesi abbiamo disposto un aumento dei controlli da parte della polizia locale e intensificato la collaborazione con i carabinieri della tenenza, oltre a dare seguito alla convenzione con le guardie zoofile. È necessario l'aiuto dei cittadini - dichiara il vicesindaco - perché è possibile arginare questo fenomeno solo tramite segnalazioni tempestive. Attualmente sono attive 16 telecamere nei luoghi più sensibili del territorio e ciascuna di esse costa circa 1.500 euro: è impossibile coprire interamente gli oltre 20 chilometri quadrati di Dueville». Questi ultimi raid sono comunque stati ripresi dalle videocamere. «L'anno scorso, grazie a una segnalazione, siamo riusciti a fermare un gruppo di giovani che stava distruggendo un'aiuola. I ragazzi - conclude Zorzo - hanno poi sistemato l'area in collaborazione con l'ufficio ecologia». • © RIPRODUZIONE RISERVATA