Disoccupati over 30 Adesso il Comune offre posti di lavoro

L’amministrazione comunale di Dueville è capofila del progettoIl patto territoriale consente l’assunzione a tempo determinato di 33 persone con più di 30 anni.  ARCHIVIO
L’amministrazione comunale di Dueville è capofila del progettoIl patto territoriale consente l’assunzione a tempo determinato di 33 persone con più di 30 anni. ARCHIVIO
Marco Billo 26.08.2018

Contrasto alla disoccupazione, grazie a un progetto di quasi 270 mila euro per dare la possibilità a 33 disoccupati over 30 di reinserirsi nel mondo lavorativo. «A fine giugno abbiamo inviato in Regione il progetto denominato “Rete del patto territoriale area Comune di Dueville per una cittadinanza attiva”, a cui hanno aderito Sandrigo, Quinto Vicentino e Vicenza, evidenziando forte sensibilità e impegno sui temi della disoccupazione», spiega Elena Lionzo, assessore alle politiche del lavoro del Comune di Dueville ovvero l'ente capofila dell'iniziativa. «Il valore economico complessivo del progetto è di circa 268 mila euro, quota per la quale è stato ottenuto un finanziamento di oltre 182 mila euro di cui il 50% coperto da fondi europei e l'altra metà da fondi regionali. Rappresenta il finanziamento più consistente tra i progetti presentati nel Vicentino». La parte restante verrà finanziata, in modo proporzionale, dai Comuni aderenti. «Il progetto offrirà la possibilità a 33 persone di vivere un'esperienza lavorativa attraverso un contratto a tempo determinato per un massimo di sei mesi», aggiunge Lionzo. «Il bando sarà aperto ai disoccupati di lunga durata, non percettori di ammortizzatori sociali e sprovvisti di trattamento pensionistico, oppure disoccupati svantaggiati e a rischio di esclusione sociale e povertà, con residenza o domicilio nei quattro Comuni e con più di 30 anni d'età». I posti diposnibili sono per 8 operai (3 a Dueville, 2 a Vicenza, 1 a Sandrigo e 2 a Quinto) e 24 persone per il settore amministrativo (1 a Dueville, 20 a Vicenza, 2 a Sandrigo e 1 a Quinto). Inoltre l'ente duevillese ha richiesto candidature anche per un posto da ausiliario nell'asilo nido. Nei prossimi mesi ciascun Comune pubblicherà un avviso di selezione per i propri residenti. «Il progetto è stato presentato a seguito dell'approvazione di una direttiva della giunta regionale per incentivare l’ingresso o il reingresso delle persone in difficoltà economiche e occupazionali nel mercato del lavoro attraverso percorsi di inclusione attiva. Il coinvolgimento permetterà ai partecipanti di essere inseriti in una realtà lavorativa a favore della collettività attraverso la mobilitazione delle proprie competenze. Questo tipo di intervento, unito ad azioni di orientamento e di accompagnamento, permetterà di contrastare la disoccupazione anche di lunga durata, innescando processi di inclusione sociale. Il progetto coinvolge anche Engim Veneto e Prisma cooperativa sociale consortile come partner operativi con la funzione di coadiuvare i Comuni nella gestione e di erogare le misure di orientamento e accompagnamento del lavoratore. Tutti aspetti determinanti per riconoscere, alla fine dell'esperienza, le abilità acquisite dai partecipanti che poi verranno valutate in una nuova occupazione», specifica l'assessore. «Da anni la nostra Amministrazione ha scelto di sviluppare politiche del lavoro attraverso uno sportello dedicato, oltre che realizzando progetti e alleanze a tal fine. Il personale degli uffici di Dueville ha quindi potuto sviluppare una competenza specifica che oggi riesce a mettere a disposizione della rete dei Comuni», conclude. • © RIPRODUZIONE RISERVATA