Uccise la moglie
con 34 coltellate
Prende 18 anni

Mirko Righetto, 49 anni, il killer, in un momento felice con Nidia Lucia Loza Rodriguez, 37, la vittima
Mirko Righetto, 49 anni, il killer, in un momento felice con Nidia Lucia Loza Rodriguez, 37, la vittima
D.N.21.02.2019

CAMISANO. Uccidere la moglie con 34 coltellate gli costa 18 anni e 8 mesi di carcere. La Corte d'Assise d'Appello, dopo un'ora di camera di consiglio, ha confermato la condanna inflitta nel maggio scorso dal giudice di Vicenza a Mirko Righetto, 49 anni, l'imprenditore di Camisano che il 12 aprile 2017, in un raptus, aveva ammazzato Nidia Lucia Loza Rodriguez, la moglie colombiana di 37 anni. L'assassino dovrà risarcire i parenti con quasi un milione di euro.

 

La Corte veneziana ha accolto in toto le richieste del sostituto procuratore generale Salvo. Ha respinto infatti sia le ragioni di ricorso della difesa che aveva chiesto le attenuanti generiche e soprattutto la scemata capacità di intendere e volere, cioè che Righetto non fosse in sé al momento del delitto; ma anche il ricorso della procura di Vicenza che sosteneva che vi fosse l'aggravante della crudeltà, che avrebbe alzato notevolmente la pena. Per la procura lagunare, le 34 coltellate erano state sferrate per uccidere la vittima, non per seviziarla.  

CORRELATI