Automobilisti ubriachi È un’estate di denunce

In meno di due mesi i vigili urbani hanno ritirato nove patenti
In meno di due mesi i vigili urbani hanno ritirato nove patenti
Giulia Armeni 01.09.2018

Estate da bollino rosso per il comando di polizia dell’Unione dei Comuni di Caldogno, Isola Vicentina e Costabissara, che tra luglio e agosto ha sanzionato e denunciato oltre 70 automobilisti. A segnare un record negativo è il numero di trasgressori pizzicati al volante o in sella senza copertura assicurativa, in tutto 50, nel giro di nemmeno due mesi: per loro sono state comminate multe tra 849 euro a 3.396 euro, più il sequestro del veicolo. La maggior parte dei casi di irregolarità emersi nei controlli lungo le principali arterie e nelle vicinanze dei luoghi della movida, più di 60, è relativa a violazioni del codice della strada, ma sono state comunque 9 le persone segnalate penalmente per diversi reati. Primo fra tutti la guida in stato d’ebbrezza: sono stati 7 i conducenti di veicoli fermati e denunciati per un tasso superiore a 1,50 grammi per litro. Al di sotto di questa soglia, la sanzione è di tipo amministrativo, come contestato ad altri due guidatori per i quali è stato disposto comunque il ritiro della patente. Ma le infrazioni legate all’alcol, nei mesi centrali della bella stagione, sono state continue. Il 21 luglio, secondo il report del comando di polizia, H.A., che vive a Caldogno, è stato controllato da una pattuglia in paese e, positivo all’alcol test con valori elevati, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza, la patente ritirata. Un altro calidonense, T.A., il 31 luglio è stato denunciato perché alla guida ubriaco nel cuore della notte ma anche per aver rifiutato di sottoporsi al test dell’etilometro. Anche per lui, ritiro della patente. Lo stesso giorno, denuncia e ritiro del documento di guida pure per P.E., donna di Malo individuata ad Isola Vicentina. Il 7 agosto, un cittadino lituano residente all’estero, C.I., è stato denunciato, con ritiro della patente, dopo essere stato sorpreso a guidare in forte stato d’ebbrezza sempre lungo le strade di Isola. Qualche giorno dopo, il 16 agosto, A.J.K., straniero con residenza a Malo, è stato segnalato per guida sotto l’effetto di alcol, con ritiro della patente e sequestro del veicolo. Idem, il 22 agosto, per B.F, di Lusiana, colto in flagrante nel comune di Caldogno con un livello di alcol sopra l’1,50. Tra i reati contestati dalla polizia dell’Unione spiccano inoltre la resistenza a pubblico ufficiale e l’omessa esibizione dei documenti ad opera di un richiedente asilo africano, O.O., il 31 luglio e l’uso di documenti contraffatti da parte di un altro straniero, A.Z., di Verona, il 4 agosto, entrambi a Costabissara. Pochi giorni prima, invece, il 1°agosto, il ghanese O.A.E. era stato intercettato a Caldogno, dove vive, con documenti d’identità e di guida prestati da un amico: era stato deferito per sostituzione di persona, omessa dichiarazione dei dati personali e perché privo di patente. • © RIPRODUZIONE RISERVATA