Alcol proibito
alla festa: ordinata
la distruzione

Le bottiglie erano state sequestrate dalla polizia locale
Le bottiglie erano state sequestrate dalla polizia locale
Giulia Armeni 06.12.2018

CALDOGNO. Un'ordinanza per distruggere gli alcolici sequestrati. Dopo un mese di giacenza negli uffici della polizia locale dell'Unione dei Comuni di Caldogno, Isola Vicentina e Costabissara, la scorta di alcolici e superalcolici proveniente da una delle ultime feste per giovanissimi alla discoteca Nordest dev'essere eliminata, con buona pace degli amanti del bicchierino. Lo stabilisce l'ordinanza firmata dal sindaco di Caldogno Nicola Ferronato che dispone la “Distruzione di bevande alcoliche e superalcoliche rinvenute il 1° novembre 2018”. Ovvero quando, nel corso di un evento studentesco, gli agenti avevano multato con verbali da 200 euro 7 ragazzi per consumo di alcol in luogo pubblico, vietato dal regolamento di polizia urbana. Di 40 bottiglie, 30 non risultano "appartenenti ad alcun proprietario" e saranno distrutte. Le altre 10, prelevate agli adolescenti multati, dovranno invece restare ad invecchiare ancora qualche mese negli uffici di Cresole, per escludere la possibilità che, potrebbe succedere davvero e non è una barzelletta, qualcuno faccia ricorso reclamando il suo fiaschetto.