Trapianto di cuore
salva ragazza
di tredici anni

Il policlinico universitario di Padova dov'è stato eseguito il trapianto
Il policlinico universitario di Padova dov'è stato eseguito il trapianto
Franco Pepe26.06.2018

PADOVA. Un trapianto di cuore, eseguito al policlinico universitario di Padova, ha salvato la vita a una tredicenne vicentina affetta da una malattia rara, una miopatia miofibrillare causata dalla mutazione di un gene. Si tratta del primo caso del genere in Italia, il tredicesimo al mondo.

Era stata una visita del medico di base, alcuni anni fa, a far intuire che il cuore della ragazzina, che abita a Tezze sul Brenta con i genitori e il fratello maggiore, avesse un problema serio.

L'ipotesi è stata confermata dai medici di Bassano e poi dalla cardiologia pediatrica di Padova. In un primo momento pareva che il trapianto, l'unica soluzione possibile, dovesse essere eseguito a 18 anni, invece ai primi di marzo di quest’anno la tredicenne è stata messa in lista d'attesa. La sera del 23 maggio è arrivata la chiamata dalla chirurgia di Padova, c'era un cuore disponibile e compatibile. Il giorno dopo l'operazione che ha riportato la speranza di una vita serena.