Centrodestra scaligero diviso

Gedorem Andreatta (M5S)Il municipio di Marostica dove si voterà il 10 giugno
Gedorem Andreatta (M5S)Il municipio di Marostica dove si voterà il 10 giugno
Floriana Pigato08.05.2018

Obiettivo “unione” sempre più lontano per il centrodestra a Marostica. A pochi giorni dalla chiusura dei termini per la deposizione delle liste elettorali, fissata per sabato 12 maggio, si fa sempre più concreta l’ipotesi che siano due le liste di centrodestra che si presenteranno alle elezioni del nuovo sindaco della città. Le consultazioni in corso, infatti, non riescono a superare lo scoglio della difficile scelta del candidato. Con Roberto Xausa pronto a mettersi da parte, da un lato la Lega continua a sostenere il nome di Valter Marcon, presidente del mandamento marosticense di Confartigianato, mentre dall’altra il gruppo dell’ex sindaco Gianni Scettro porta avanti quello dell’ex assessore, e consigliere nelle passata Amministrazione, Maria Teresa Costa. All’interno della compagine gli schieramenti sembrano già fatti, anche se Valter Marcon spera fin all’ultimo in un accordo con il resto del gruppo. «Sono convinto – commenta Marcon - che governare uniti sia la cosa migliore per questa città. Il passato deve insegnare e, dopo due commissariamenti, presentarsi separati renderebbe il compito di amministrare più difficile. Non sono un politico, ma la mia esperienza da imprenditore mi porta a ribadire che l’unità sia la strada migliore per il bene di Marostica». Il presidente degli Artigiani non nasconde l’amarezza per la mancata intesa con il gruppo di Gianni Scettro, che sembra non voler rinunciare a un candidato “marosticense”. «Quando ho dato la mia disponibilità e ho deciso di mettermi in gioco – aggiunge Marcon – puntavo sulla ricompattezza del centrodestra. Ora, se questo obiettivo dovesse fallire, rifletterò se andare avanti». All’orizzonte si profila quindi lo scenario di quattro liste in campo per la vicina partita elettorale, due dallo schieramento di centrodestra e due sul fronte opposto, con la squadra dell’ex senatore Giorgio Santini da un parte e quella dell’ex sindaco Marica Dalla Valle dall’altra. All’appello manca ancora il Movimento 5 Stelle, dopo che l’ex consigliere Gedorem Andreatta ha annunciato di non voler ricandidarsi. Dal gruppo non sono arrivate al momento conferme ufficiali sulla presentazione di una lista. •