Gattini abbandonati Indagini del Comune e ordinanza in arrivo

L.Z.27.08.2018

Maretta a Rossano Veneto per abbandono di gatti dopo che l'Enpa ha dato notizia del ritrovamento, in paese, di cinque micini rinchiusi in un sacchetto delle immondizie e martoriati da mosche e larve. L'amministrazione comunale non era al corrente della situazione e nessuno aveva informato il sindaco o la polizia locale del fatto o di episodi analoghi. La notizia pertanto ha colto di sorpresa gli amministratori, con il sindaco Morena Martini in testa, che hanno comunque avviato un iter per chiarire l'accaduto, non solo, ma anche per prevenire in futuro situazioni analoghe. Della vicenda si sta interessando l'assessore Doris Lando, mentre il sindaco ha fatto sapere che il Comune ha inviato all'Enpa una lettera nella quale vengono richiesti alcuni dati, quali il numero di gatti trovati e soccorsi in paese e se tali episodi sono stati denunciati alle autorità. Il problema si inquadra in un contesto generale preoccupante nel Bassanese. Non si sa in ogni caso chi abbia lasciato i gattini in quelle condizioni. Non si può, senza elementi, affermare che sia stato uno del paese: è anche possibile che chi ha compiuto il gesto sia arrivato da fuori, magari anche da abbastanza lontano. «Sappiamo - ha affermato comunque l'assessore Lando - che esponenti dell'Enpa si sono incontrati con gli amministratori di Cassola. Noi abbiamo ricevuto una lettera dello stesso ente, al quale abbiamo chiesto un incontro per il quale ci siamo resi disponibili io e l'ispettore della polizia locale Rocchi. Certo è che non ci erano mai pervenuti segnalazioni di gatti abbandonati in paese: siamo stati colti di sorpresa dall'uscita dell'Enpa». «I rossanesi - ha aggiunto l'assessore - non sono contro gli animali. Io stessa ho trascorso le ferie con due cani e il sindaco ha una bellissima gatta che cura con molta attenzione. Siamo tranquilli perché la situazione è sotto controllo». Lo stesso assessore Lando ha contatto l'ufficio igiene dell'Ulss per avere ulteriori informazioni. Considerato quanto accaduto, l'Amministrazione sta comunque predisponendo un'ordinanza contro l'abbandono di cani e gatti sulle linee indicate dalla Regione Veneto. •