La pioggia
non ferma
i 750 podisti

Elena Rancan12.03.2018

ROSÀ. La pioggia ieri non ha spaventato gli oltre mille marciatori coraggiosi che, sfidando il maltempo, hanno partecipato alla 42° “Marcia dei cavini”, vecchi sentieri di campagna, oggi spariti e sostituiti dalle piste ciclabili, organizzata dal gruppo sportivo San Pietro con il patrocinio del comune di Rosà.  La manifestazione era aperta a tutti, a passo libero, con un percorso che si sviluppava inizialmente su tre diversi itinerari di sette, dieci e diciotto chilometri. A causa della pioggia battente, lo svolgimento è stato limitato ai due più brevi, con postazione di ristoro al parco della villa Dolfin-Baù, aperto per l’occasione. 


«La nostra è una delle più vecchie marce della zona - spiega il responsabile dell’organizzazione, Geremia Redento - capace sempre di coinvolgere tanta gente. Abbiamo contato la presenza di 750 persone provenienti da 22 diversi gruppi. Il più numeroso è stato quello di Santa Croce di Bassano al quale sono seguiti il gruppo elementari di San Pietro-Cusinati e il gruppo “Leprotti” di Pove del Grappa».

 

CORRELATI