Infortunio sul lavoro Condannato a 40 giorni

22.07.2018

Il giudice Garbo, al termine di un rapido dibattimento, ha condannato a un mese e dieci giorni di reclusione il cittadino francese Jean Marc Janailhac, 64 anni, residente in patria. L’imputato, difeso dagli avv. Eugenio Grippo e Massimo Dinoia, ha goduto della sospensione condizionale della pena. L’imputato doveva rispondere di lesioni colpose gravi in seguito ad un infortunio sul lavoro avvenuto all’interno dello stabilimento del “Gruppo Zilio spa” di Romano, di cui era presidente del consiglio di amministrazione. Il 27 ottobre di quattro anni fa il dipendente Roberto Z., 64 anni, di Cittadella, mentre stava realizzando un banco di appoggio in metallo, veniva travolto da una trave appoggiata in maniera non sicura. Subì la frattura di una gamba e guarì dopo oltre cinque mesi. Per la procura, Janailhac non aveva redatto un piano per evitare i rischi derivanti dalla movimentazione di manufatti pesanti. • © RIPRODUZIONE RISERVATA