Un tuffo nelle piscine rimesse a nuovo

Le piscine comunali di Mussolente dopo la ristrutturazioneLa presentazione dell’intervento di riqualificazione
Le piscine comunali di Mussolente dopo la ristrutturazioneLa presentazione dell’intervento di riqualificazione
Enrico Saretta 04.08.2018

L’estate misquilese può finalmente iniziare. Il momento atteso da migliaia di cittadini di tutto il comprensorio è arrivato e ora c’è un nuovo luogo dove trovare riparo dalla calura. Apre oggi infatti i battenti la piscina di Mussolente. Dopo la chiusura l’anno scorso, che aveva provocato delusioni e polemiche, il Comune ha effettuato dei lavori che hanno profondamente rivoluzionato l’assetto storico del centro natatorio di via Dante. Via la piscina olimpionica, innanzitutto: al suo posto, ora ci sono due vasche, entrambe lunghe 25 metri. Quella più a nord sarà dedicata a chi vuole nuotare, all’acqua fitness e ai vari corsi di nuoto, quella più a sud, invece, sarà del tipo “laguna”, con 28 punti per l’idromassaggio e una profondità che andrà ad aumentare gradualmente fino a toccare il metro e 35, stessa altezza dell’altra piscina. La divisione in due parti della piscina olimpionica da 50 metri è stata suggerita anche dalla sua mancata omologazione per svolgere gare di nuoto ufficiali della Federazione italiana nuoto, in quanto le mancavano dieci centimetri di profondità. È stata poi mantenuta la piscina per i bambini, mentre le storiche gradinate posizionate sul lato est sono state definitivamente rimosse. Al loro posto ora c’è un solarium con una pavimentazione in verde sintetico. Restano inoltre lo scivolo e la grande area verde a ovest per i lettini. Non manca ovviamente il bar. La ristrutturazione complessiva ha visto un significativo intervento di integrazione e ammodernamento degli impianti idraulico e di trattamento dell’acqua e un abbattimento delle barriere architettoniche. L’estate scorsa la chiusura si era resa necessaria in quanto all’inizio del 2017 l’Amministrazione Montagner aveva scoperto che dal 2002 mancava l’idoneità data dal certificato del collaudo statico del complesso e la gradinate erano inagibili. Il Comune si è quindi attivato per valutare come affrontare la questione, optando alla fine per una vera e propria ristrutturazione dell’impianto, ora più vicino alle esigenze delle famiglie. L’intervento è costato 360 mila euro: 50 mila euro sono stati spesi per la progettazione, a cura dello studio Zoncheddu e Associati, e 310 mila euro per i lavori, svolti dalla Itec Srl Costruzioni generali del Consorzio Stabile Pedron di Villa del Conte. Nelle prossime settimane proseguiranno i lavori di finitura, come le tinteggiature: l’Amministrazione comunale ha intenzione di proporre un sondaggio tra gli utenti sulle tonalità di colore preferite. L’appuntamento è quindi per oggi alle 9 con l’inaugurazione e l’ingresso per l’occasione a 5 euro. La giornata, che proseguirà fino alle 20, sarà una vera e propria festa, con servizio catering e dj set. Dopodiché la piscina sarà aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19.30. • © RIPRODUZIONE RISERVATA