Un centro ricreativo ai terremotati di Norcia

Caterina Zarpellon 29.08.2018

Mussolente scende a Norcia per tener fede a un impegno di solidarietà preso due anni fa, dopo il terribile terremoto dell'agosto 2016. Sabato una delegazione guidata dal sindaco Cristiano Montagner e dall'assessore Gianluca Donanzan e formata dai rappresentanti delle associazioni di volontariato locali farà infatti visita ai cittadini del Comune umbro, al quale, all'indomani del sisma, la municipalità misquilese aveva promesso il suo sostegno in favore della ricostruzione. Da quel momento, a Mussolente è scattata una vera e propria gara di generosità che ha visto in prima linea i gruppi locali degli alpini e dei donatori di sangue del capoluogo e della frazione di Casoni, la protezione civile e l'Associazione nazionale dei carabinieri in congedo e che ha coinvolto anche moltissimi altri gruppi e tanti privati cittadini. Con il contributo di tutti la campagna di solidarietà ha permesso di mettere insieme una cifra importante, ben 14.434 euro: una somma notevole che, come ricorda l'assessore Donanzan, sarà utilizzata per la realizzazione di un centro ricreativo per ragazzi proprio all'interno della parrocchia di Norcia. «Il parroco della cittadina umbra, don Marco, è stato sin da subito il nostro primo contatto – ricorda il componente della Giunta Montagner – e sarà a lui che, idealmente, sabato consegneremo l'assegno. Sarà un gesto simbolico, perché in realtà la somma sarà versata direttamene dalla protezione civile tramite bonifico, per il pagamento delle lavorazioni o dei materiali necessari per la costruzione del centro. Ci dispiace di poter onorare l'impegno preso solo dopo due anni – aggiunge – ma i tempi si sono allungati non per nostra volontà ma per questioni burocratiche». In questo periodo, tuttavia, la comunictà misquilese ha saputo ugualmente far sentire la sua vicinanza agli abitanti di Norcia. Nel novembre 2016 i titolari dell'azienda misquilese Ofas avevano infatti donato una serie di container, un tempo utilizzati come uffici, agli sfollati di quei territori. «E sarà proprio lì – chiude l’assessore Donanzan – che saremo ospitati, per la notte, il prossimo week end». • © RIPRODUZIONE RISERVATA