Minaccia con mazza
un automobilista
Ma era un poliziotto

La mazza sequestrata al padovano. FOTO CECCON
La mazza sequestrata al padovano. FOTO CECCON
F.C.14.09.2018

BASSANO. Gli effetti del caldo fanno ancora qualche danno. Ne sa qualcosa un automobilista padovano, che se l'è presa con un altro guidatore. L'ha fatto fermare, gli si è avvicinato impugnando una mazza da baseball e gli ha urlato contro, minacciandolo di morte. Peccato che il destinatario degli improperi fosse un poliziotto. Così la gita bassanese si è conclusa con una "visita guidata" al Commissariato e una denuncia.

 

È iniziato tutto poco dopo le 17 di mercoledì, quando P.L., 41 anni, stava procedendo lungo viale De Gasperi, diretto verso il centro, e si è irritato perché un altro automobilista gli si sarebbe avvicinato troppo. Ha cominciato a sbraitare, ha accostato e fatto segno all'altro conducente di fermarsi. Il padovano ha preso una mazza dal bagagliaio e ha iniziato a minacciare l'altro conducente: «Smettila di starmi troppo attaccato o ti ammazzo». «Guardi che io sono un poliziotto», è la risposta.

 

Il padovano ha abbassato la mazza, è tornato in fretta e furia verso la sua auto, e - rifiutandosi di fornire le sue generalità - è ripartito. Grazie al numero di targa, gli agenti del vicequestore Elena Peruffo lo hanno rintracciato e convocato in commissariato, dove è arrivato insieme alla moglie e ai due figlioletti di 8 e 4 anni. Si è scusato, ma è stato denunciato per porto di oggetti atti ad offendere.

 

Il figlio più grande, il vero proprietario della mazza, ne ha chiesto innocentemente la restituzione, ma l'oggetto dovrà restare sequestrato. Gli agenti, però, gli hanno donato in cambio una palla con lo stemma della Polizia.