Plateatici, via libera solo ai richiedenti in regola con i tributi

L’assessore Enzo Colosso
L’assessore Enzo Colosso
F.P.06.01.2019

Arriva la stretta a Marostica per i contribuenti morosi che chiedono la concessione per l’occupazione delle aree pubbliche. Il consiglio comunale ha risposto con un sì unanime alla proposta della Giunta di modificare il regolamento per l’applicazione del canone Cosap prevedendo la “decadenza” non solo in caso di mancato o parziale versamento della tassa di occupazione (oltre che al verificarsi di eventuali violazioni delle disposizioni previste dal regolamento), ma anche qualora il richiedente non sia in regola con il pagamento di Imu, Tasi e Tari e dell’imposta pubblicità. La modifica è stata approvata nell’ultimo Consiglio. «L’Amministrazione – si legge nella delibera - ritiene opportuno autorizzare i plateatici presenti in tutto il territorio comunale solo dopo aver accertato l’avvenuto versamento dei tributi inerenti l’attività». «Riteniamo – spiega l’assessore al bilancio Enzo Colosso – che chi vuole utilizzare gli spazi pubblici debba essere in regola con tutte le imposte. Questa modifica al regolamento nasce dal fatto che ci siamo resi conto che alcuni richiedenti pagano il canone di occupazione ma non fanno altrettanto con le altre imposte comunali. In occasione del rinnovo annuale delle concessioni sarà verificato lo stato dei pagamenti di tutte le imposte. Chi non risulterà in regola, dovrà provvedere al versamento delle tasse prima di ottenere il rinnovo. In caso di difficoltà è prevista la possibilità di rateizzazione». La delibera per la modifica del regolamento per l’occupazione delle aree pubbliche è passata con il voto favorevole anche dei gruppi di minoranza. •