Mostafa trova per strada e restituisce i soldi di Jenny

Xheni “Jenny” TerziuMostafa Belcaid
Xheni “Jenny” TerziuMostafa Belcaid
L.P.22.01.2019

Non c’è solo il caso di Omar Chamkhou nella lista delle buone notizie bassanesi in questo primo scorcio di 2019. Un episodio analogo, con ritrovamento di un portafoglio successiva restituzione al proprietario, è accaduto tra Bassano e Rosà nei giorni scorsi. Protagonisti, un 43enne nato a Casablanca, Mostafa Belcaid, e una ventenne di origini albanesi residente a Marostica, Xheni “Jenny” Terziu. «Giovedì pomeriggio – spiega la giovane -ho perso vicino al centro commerciale “Il Grifone” il portafoglio con bancomat, documenti e soldi. Preoccupatissima, sono corsa dai carabinieri». Jenny riteneva persi soldi e documenti: non aveva fatto i conti con l’onestà di Mostafa Belcaid che la sera del 17 stava passeggiando in via Capitelvecchio. «Ho visto il portafoglio a terra – racconta il marocchino – l’ho raccolto e l’ho portato subito alla polizia locale di Rosà che è sulla strada che percorro per andare al lavoro. Ma ho fatto solo il mio dovere, non fatemi passare da eroe». Il tempo di una telefonata e il mattino successivo il portafoglio era nelle mani della proprietaria. Che ha divulgato l’accaduto sui social. «Ringrazio di cuore il signor Belcaid per la sua onestà – chiude Jenny – e ho voluto diffondere la notizia anche per lanciare un messaggio positivo. Di questi tempi è troppo facile cadere vittima del pregiudizio per cui ogni migrante è disonesto. Non è così, non lo è proprio». •