La movida è turbolenta Vigili, pattuglie in campo fino alle 6 del mattino

Enrico Saretta 05.06.2018

Scoppia la stagione della movida in centro storico e l’Amministrazione di Bassano corre ai ripari potenziando i controlli notturni. Vigili in strada fino alle 6 del mattino, d’ora in avanti, per prevenire eventuali episodi di microcriminalità, degrado e schiamazzi. La decisione è stata presa dalla Giunta Poletto nell’ultima riunione, nella quale si è deciso di dare seguito al Patto civico stipulato negli anni scorsi. Un accordo che aveva già permesso di potenziare i servizi di vigilanza notturni, prolungandoli spesso fino alle 3 e anche oltre. Ora, però, nelle notti del fine settimana la polizia resterà fuori fino alle 6, soprattutto tra venerdì e sabato e tra sabato e domenica. Il motivo? Ormai nei week-end il centro storico viene preso d’assalto dai giovani in festa. «Si sta registrando un aumento delle presenze di turisti, visitatori e giovani nella fascia serale, con prosecuzione anche fino a quella notturna - si legge nella delibera -. Tale fenomeno è associato a un aumento di traffico nelle strade cittadine, e può sfociare in episodi di microcriminalità, abuso di bevande alcoliche, disturbo alla quiete pubblica e violazioni regolamentari». In particolare «si registrano fenomeni di degrado e abuso di alcolici». Anche nell’ultimo fine settimana, in effetti, sono stati segnalati episodi di schiamazzi e degrado. Da anni, comunque, i residenti del centro storico lamentano una situazione che in alcune occasioni diventa a loro parere davvero intollerabile. Con l’incremento del servizio di pattuglia l’Amministrazione intende aumentare anche la percezione di sicurezza. L’obiettivo si basa sulla prevenzione dei casi di disturbo al riposo e alla quiete delle persone, in particolare degli abitanti del centro, sul controllo del rispetto del decoro urbano e del degrado ambientale cittadino. Non solo: la maggiore presenza dei vigili permetterà di incrementare il monitoraggio delle strade. Nella fascia oraria che va da mezzanotte alle 6, le pattuglie saranno composte da 3 agenti. Il servizio sarà su base volontaria e prevede un investimento pari a 25mila 300 euro per incentivazione del personale. «Sono misure messe in atto per contrastare il degrado e aumentare la sicurezza della città, nel rispetto delle norme della convivenza - afferma l’assessore alla sicurezza Angelo Vernillo -. Il maggior controllo non si limiterà soltanto al centro storico, ma anche alle arterie stradali, ai quartieri cittadini e al territorio intercomunale di competenza della nostra polizia locale. Su quest’attività s’inserirà il progressivo miglioramento del sistema di videosorveglianza». Vernillo si riferisce alla volontà dell’Amministrazione di introdurre nuove telecamere in città. Per quanto riguarda il centro storico, in totale i nuovi impianti saranno 13. Ne saranno installati in piazzale Terraglio, dove spesso avvengono episodi di vandalismo tra cui imbrattamenti e abbandono rifiuti. Occhi elettronici puntati anche su piazzale Trento e l’area del tempio Ossario, per evitare che per la loro posizione un po’ ai margini del centro cittadino diventino ricettacolo di degrado. Sorvegliata speciale pure la stazione dei treni, che per il via vai di persone e turisti necessita di un maggiore controllo. Spostandosi verso la periferia, sarà quartiere Firenze una delle aree interessate dal potenziamento della videosorveglianza. •