Droga nei biscotti
per clienti del b&b
Coppia sta male

La marijuana era nell'olio e nei biscotti
La marijuana era nell'olio e nei biscotti
03.02.2019

BASSANO. Una coppia di turisti che si era fermata in un bed and breakfast di Bassano si era sentita male dopo il pranzo. In ospedale, era emerso che i due erano rimasti intossicati dalla marijuana. Avevano infatti mangiato dei biscottini di benvenuto e si erano conditi la pastasciutta che si erano preparati in cucina con dell’olio: entrambi contenevano lo stupefacente. I carabinieri hanno così denunciato la proprietaria, una nota bassanese erede di una famiglia di orafi, che è stata indagata dalla procura e che utilizza la villa dove vive anche per fare feste dalle tinte hot.

 

La proprietaria, Giancarla Balestra, ha affidato ad un lungo post su Facebook la sua versione in merito alla vicenda: "Il giorno 02.01, i miei ospiti AirBnB, si sono intossicati con olio d'oliva alla cannabis prodotto dalla sottoscritta per uso personale, ricreativo e medico. Gli ospiti si sono serviti dell'olio da soli senza chiedere permesso. Da parte mia ho sbagliato a non applicare etichetta esplicita alla bottiglia d'olio e lasciare l'olio nello stesso armadio della pasta e del riso.

I ragazzi intossicati, dopo avermi informata di non sentirsi bene, sono usciti al freddo in giardino perchè in paranoia. Li ho invitati ad entrare e stendersi, ma dopo alcuni minuti non li ho più visti in giardino. Faceva molto freddo, sono uscita sulla strada per vedere di raggiungerli, senza successo, mi sono preoccupata e mi sono autodenunciata. Ho chiamato i carabinieri e ho spiegato che i ragazzi erano usciti senza cappotti, ne' telefono e in paranoia, condizione mentale irrazionale. Sono stati ritrovati dopo poche ore all'ospedale dai carabinieri da me allertati.

Non voglio minimizzare, ma non ero preoccupata per l'intossicazione; di marijuana non è mai mai mai morto nessuno. Ero preoccupata per eventuale incidente dovuto al freddo o al loro scarso equilibrio e/o condizione mentale alterata. Il giorno dopo i ragazzi sono venuti a prendere le loro valigie, accompagnati dai carabinieri e hanno cambiato hotel.

I carabinieri hanno sequestrato altre 2 bottiglie di olio meraviglioso. Non sono accusata di spaccio perchè NON ho offerto biscotti alla cannabis che stavo preparando quando gli ospiti sono arrivati. Sono accusata art 73 dpr 309/90 detenzione di stupefacenti. Sono assistita da ottimo legale. Dovrò dimostrare che uso cannabis come medicinale per curare mio PTSD come sopravvissuta a stupro e sequestro di persona. Ho 60 anni, consumo regolarmente cannabis da quando ne ho 14 e questa è la prima volta che ho avuto problemi con la legge. Spero di aver chiarito.

Sono ovviamente per completa legalizazione della cannabis in Italia, sarebbe grande fonte di ricchezza".