Durante lo spettacolo attore cade dal palco

Pubblico al Minifest ARCHIVIO
Pubblico al Minifest ARCHIVIO
L.Z.26.07.2018

Mentre recita, tira una cordicella con le spalle rivolte al pubblico senza rendersi conto, mentre indietreggia di essere al limite del palco fino a che si ritrova con i piedi nel vuoto e piomba sul pavimento della piazza, riportando contusioni alla schiena e alla testa. È accaduto l'altra sera in piazza Europa a San Giuseppe di Cassola dove l'attore Dino Arru della compagnia torinese Il Dottor Bostik-Uno Teatro stava recitando per il Minifest di Operaestate. L'incidente è accaduto poco dopo le 21. 30, e lo spettacolo, intitolato "Voglio andare sui pianeti" e iniziato circa 20 minuti prima, è stato giocoforza interrotto. C'erano circa 100 spettatori convenuti per assistere all'appuntamento, l'ultimo dei tre organizzato a Cassola nell'ambito del Minifest. Tutti sono rimasti senza fiato quando hanno visto l'artista perdere l'equilibrio e cadere di peso al suolo dopo un volo di circa un metro. Dino Arru , autore, regista e animatore dello spettacolo che nel 2003 ha ricevuto il Premio "Sirena d'oro" a Cervia per il lavoro svolto nell'ambito del Teatro di Figura, nonostante la forte contusione alla testa non ha perso conoscenza. Sono scattati i soccorsi con l'intervento dei quattro volontari della Protezione civile e della dipendente comunale preposta a questo servizio. L'assessore alla cultura Marta Orlando Favaro, che era tra il pubblico, ha allertato il 118 il cui personale non è intervenuto perché bloccato, tramite lo stesso infortunato che non ha ritenuto avvalersi del trasporto in una struttura ospedaliera, rimanendo sul posto fino a che il figlio, con la collaborazione dei quattro volontari della Protezione civile, ha concluso lo smontaggio delle l'attrezzature. L'artista poi ha raggiunto la struttura ricettiva già prenotata per trascorrere la notte ed è ripartito ieri mattina per Torino. «Ci siamo tutti spaventati considerata la modalità dell'incidente e sono assai dispiaciuta per quanto accaduto - ha affermato l'assessore Marta Orlando Favaro - e nonostante la difficoltà, il piano sicurezza ha funzionato al meglio grazie al personale del Comune e della Protezione civile che hanno sostenuto anche il figlio dell'attore rimasto molto scosso. La Protezione civile inoltre ha collaborato, pur se non era di propria competenza allo smontaggio del palco. È stato un intervento preziosissimo. Tutto era predisposto secondo le normative grazie all'importante e accurato lavoro svolto dal nostro ufficio cultura e alla disponibilità economica messa a disposizione a questo scopo dall'Amministrazione. Ci siamo quindi tenuti in contatto con l'attore per conoscere gli sviluppi della situazione». I biglietti non sono stati rimborsati, ma i responsabili di Operaestate hanno fatto sapere che il tagliando dell'altra sera è valido per uno qualsiasi dei prossimi spettacoli del Minifest. •