Discarica Baktall
Sono indagati
i vertici dell'Unione

La discarica in località Baktall. ARCHIVIO
La discarica in località Baktall. ARCHIVIO
I.T.12.01.2018

GALLIO. Un'inchiesta per violazioni ambientali legate al trattamento del percolato della discarica esausta Baktall a Gallio. Sotto inchiesta, ma come presidente dell'Unione Montana, è finito il sindaco di Gallio, Emanuele Munari, e il responsabile dell'impianto, l'ing. Mirko Carollo. Gli indagati hanno appreso dell'inchiesta dall'avviso di proroga delle indagini preliminari, iniziate oltre sei mesi fa. Sul registro degli indagati il pm Barbara De Munari aveva iscritto anche gli ex presidenti dell'Unione, l'attuale sindaco di Lusiana, Antonella Corradin, e l'ex primo cittadino di Rotzo, Lucio Spagnolo. Ma le loro posizioni potrebbero essere state archiviate. Le indagini sono state avviate dall'Arpav.