A scuola in accappatoio, bufera all'Itis

Una delle "foto ricordo" dei meno 99 giorni alla maturità scattata dai ragazzi delle quinte
Una delle "foto ricordo" dei meno 99 giorni alla maturità scattata dai ragazzi delle quinte
17.03.2018

BASSANO. Un tempo era la “stecca” che gli anziani passavano in caserma alle reclute, oggi sono i selfie e gli scherzi che gli studenti di quinta superiore fanno a cento giorni dalla maturità. Con una regola: ai “meno cento” ci si presenta in aula in abito di gala; ai “meno novantanove” si dà sfogo alla fantasia. Dal vecchio west ai vichinghi, negli ultimi anni si è visto di tutto. E all’Itis Fermi, mercoledì si è passato il segno, tra costumi da animali e un ricco assortimento di accappatoi da spiaggia e infradito. A contorno, un baccano da curva da stadio, con fischietti, campanelli e trombette “mondiali”. E - quando si dice spirito di emulazione - la baldoria si è diffusa in un lampo dalle quinte al biennio, determinando in pochi minuti una situazione ingestibile.

 

La bufera, naturalmente, non si è fatta attendere e meno di ventiquattro ore dopo ha preso la forma di una circolare di fuoco a firma della preside, Maria Maddalena Cuccaro. «Il comportamento tenuto mercoledì dagli alunni delle Quinte – ha scritto la dirigente – è stato riprovevole, incivile e indegno. Presentarsi a scuola come a carnevale è stato altamente irresponsabile e offensivo nei confronti della scuola». Questo per cominciare.