Poche vie di fuga Cambia la mappa di fiere e mercato

Alcuni banchi durante una delle score giornate inserite nel programma della Fiera dei Santi.  ARCHIVIOVolontari Anc al mercato.  ARCHIVIO
Alcuni banchi durante una delle score giornate inserite nel programma della Fiera dei Santi. ARCHIVIOVolontari Anc al mercato. ARCHIVIO
Luisa Nicoli 29.09.2018

Sicurezza e viabilità, cambia con attenzione alla creazione di vie di fuga e all’accessibilità dei mezzi di soccorso. È stato approvato all’unanimità in consiglio comunale ad Arzignano il nuovo piano del commercio su aree pubbliche, una nuova mappa per regolamentare il mercato settimanale del martedì con 147 bancarelle, la Fiera dei Santi in programma a fine ottobre e l’1 novembre, la Fiera degli Uccelli del 25 aprile e anche i posteggi isolati degli ambulanti. Con alcune novità, in parte già introdotte in via sperimentale, che diventano definitive, predisposte anche sulla base delle nuove normative di sicurezza, antincendio e gestione delle emergenze nelle fiere e nei mercati. «Arriva dopo 16 anni, l’ultimo era del 2002 modificato nel 2008, il nuovo piano del commercio sulle aree pubbliche – spiega l’assessore Nicolò Sterle – frutto di un anno di lavoro da parte del Comune in sinergia con l’ufficio commercio. Le novità riguardano soprattutto il mercato del martedì: nuove misure di sicurezza e garanzia di passaggio dei mezzi di emergenza, razionalizzando la disposizione dei banchi per agevolare la viabilità esterna e anche la fruibilità dei cittadini. Con un nuovo servizio di sorveglianza affidato all’Associazione nazionale carabinieri». Individuata una corsia di emergenza in piazza Marconi, con una diversa dislocazione dei banchi anche sull’asse stradale di corso Mazzini; spostati alcuni banchi alimentari da corso Garibaldi in via Bonazzi; via Broli riaperta alla viabilità con il trasferimento degli ambulanti non alimentari e dei produttori; istituita in piazza Risorgimento l’area riservata ai banchi alimentari e di fronte a villa Mattarello si è liberato uno spazio per garantire l’accesso ai pubblici esercizi collocati in zona e per assicurare l’accessibilità ai mezzi di soccorso. Novità anche per la Fiera dei Santi, già dalla prossima edizione: quest’anno via Lovato sarà aperta alla viabilità, per agevolare la circolazione, con il trasferimento di cinque banchi riassegnati in altre zone; stesso provvedimento per alcuni ambulanti spostati da via Kennedy e via Broli per migliorare il percorso dei mezzi di soccorso e infine nella parte centrale di piazza Marconi sono stati ridistribuiti gli spazi agli operatori. «Stiamo studiando – precisa Sterle – un percorso per individuare dal prossimo anno due aree distinte, destinate una al commercio e una al luna park, per migliorare la disposizione logistica dei banchi e la fruibilità. In questi giorni abbiamo già effettuato alcuni sopralluoghi con gli esercenti». «Rivedere il piano del commercio su aree pubbliche era necessario perché negli ultimi anni il centro storico è cambiato, così come si è modificata l’offerta prodotta dal nostro mercato settimanale – aggiunge il sindaco Giorgio Gentilin –. Ora è maggiormente fruibile al cittadino”. • © RIPRODUZIONE RISERVATA