Nuovo tratto di ciclabile per “riunire” il paese

Viabilità più sicura. GUARDA Il sopralluogo con il sindaco Luca Albiero e il consigliere delegato provinciale Renzo Marangon. GUARDA
Viabilità più sicura. GUARDA Il sopralluogo con il sindaco Luca Albiero e il consigliere delegato provinciale Renzo Marangon. GUARDA
Matteo Guarda 09.09.2018

Sempre più unito il centro abitato di Zermeghedo con la zona dell’Oltrechiampo. Sono pronti i finanziamenti e il progetto definitivo dell’intervento che metterà in collegamento, in sicurezza, le due parti del paese grazie a due nuovi tratti e all’attraversamento ciclo-pedonale che verranno realizzati sulla trafficata provinciale Valdichiampo con un contributo della Provincia di 110 mila euro e altri 70 mila euro stanziati dal Comune. Il protocollo è stato firmato in municipio dal sindaco, Luca Albiero, e dal consigliere provinciale delegato alla viabilità, Renzo Marangon, che porterà alla costruzione dell’opera. Più in particolare, il progetto prevede il proseguimento dell’attuale pista ciclo-pedonale di via Segala lungo la provinciale, e cioè sul lato sinistro per chi è diretto verso Arzignano, e il raccordo con il marciapiede di via Marconi, che immette nella zona industriale. A circa metà dei nuovi tratti verrà realizzato l’attraversamento ciclo-pedonale sulla Valdichiampo con semaforo a chiamata e, sull’altro lato della strada, verrà creato un secondo tratto di pista che si congiungerà con via Oltrechiampo, verso l’argine del torrente. «Così - spiega Albiero - si creerà un percorso protetto tra i nuclei abitati al di là del Chiampo e la zona centrale del paese. Penso ai bambini che potranno raggiungere in sicurezza le scuole, ma anche ai tanti appassionati di podismo e di ciclismo. Senza contare che il nuovo percorso sarà collegato alla pista sovracomunale lungo il Chiampo e permetterà di deviare verso il centro del paese, con tutto ciò che di interessante comporterà dal punto di vista turistico. Ringraziamo quindi la Provincia per il contributo». «Questi protocolli - dichiara il consigliere provinciale delegato alla viabilità Marangon - consentono ai Comuni di sistemare e mettere in sicurezza punti delicati della loro rete stradale. È una collaborazione che ci vede lavorare a stretto contatto lasciando alle amministrazioni il compito di intervenire. La settimana prossima saremo impegnati in altre zone del territorio provinciale, a conferma che per noi “asfaltar strade non ha colore” e anzi è un servizio da fornire con convinzione a favore della collettività». Il Comune, cui spetterà la gestione dei lavori, punta all’aggiudicazione della gara d’appalto entro l’anno per avere l’opera a primavera. • © RIPRODUZIONE RISERVATA