Trasferimento dell’Ebara «Grande lavoro degli uffici»

M.G. 03.07.2018

«È per merito dell’efficiente ed efficace rapporto sinergico che si è instaurato tra l’impresa e la pubblica amministrazione se un’azienda così importante come l’Ebara Pumps Europe spa è riuscita a trasferirsi in così pochi mesi nella zona industriale di Torri di Confine». Lo afferma il sindaco, Michele Poli, in merito all’inaugurazione del nuovo stabilimento, nell’area ex Perlini, dell’azienda giapponese leader mondiale nella realizzazione di elettropompe. «L’Ufficio tecnico si è prodigato per la buona riuscita dell’iter che ha portato all’insediamento, manifestando capacità, preparazione e professionalità nel superare le complesse questioni affrontate riguardanti diversi ambiti, a cominciare dalla materia antisismica», fa sapere il sindaco. Con i suoi 54 mila metri quadri di superficie, è lo stabilimento europeo più importante del colosso nipponico con sede a Tokyo, che porterà occupazione. «C’erano in ballo 250 posti di lavoro, che possono arrivare anche a 300 – spiega Poli-. L’azienda aveva già un’alternativa: il Trentino. Sarebbe stato grave lasciar scappare un’occasione del genere magari a causa di qualche lungaggine burocratica». • © RIPRODUZIONE RISERVATA