Donati alla Caritas e alle parrocchie 100 quintali di cibo

Luisa Nicoli 28.12.2018

Continua la tradizione di solidarietà per il Natale del Rotary Club di Arzignano che ha portato un sorriso alle famiglie in difficoltà con il pacco dono per le feste, consegnato a Caritas e parrocchie tra Arzignano, Montecchio Maggiore, Trissino, Chiampo, Noventa e Creazzo. Sono stati 300 i pacchi di alimenti, di circa 20 chili ciascuno, confezionati da una ventina di soci del Rotary con l’aiuto dei giovani del Rotaract Valle Agno: numero in aumento rispetto alle 220 confezioni distribuite del 2016 e alle 250 dello scorso anno. «Le richieste di sostegno continuano ad essere tante e noi abbiamo cercato di darci da fare», dice il presidente Luca Peroni. Oltre ai 300 pacchi, che contengono pasta, riso, olio, caffè, farina, zucchero, biscotti e l’immancabile panettone, il Rotary ha consegnato quintali di alimenti, altri 4 mila chili, anche al servizio mensa della Caritas di Vicenza, a un asilo di Noventa «dove sono andati prodotti per i bambini, come gli omogeneizzati» precisa Peroni, e a Casa Sant’Angela ad Arzignano. «Abbiamo organizzato una raccolta di alimenti strutturata in accordo con i supermercati Tosano di Montecchio e Cornedo che ringraziamo - continua il presidente - e ci ha colpito la grande generosità delle persone nel donare agli altri. È stata anche l’occasione di far conoscere il Rotary Club e le sue attività di solidarietà». I soci si sono ritrovati poi a Montecchio, nella sede dell’azienda dell’ex presidente Nicola Ghiotto che ha messo a disposizione spazi e stabilimento, a preparare pacchi dono di Natale e bancali della solidarietà. «Una sorta di catena di montaggio su un tavolone di 15 metri - conclude Peroni - e poi via alla consegna. Un grande impegno ma una grande soddisfazione vedere i soci prodigarsi per gli altri», secondo i principi del Rotary per migliorare le condizioni delle persone in difficoltà. • © RIPRODUZIONE RISERVATA