Auto contromano in piazza Ora scattano divieti e multe

Uno dei cartelli stradali che campeggiano in piazza Marconi.  L.N.
Uno dei cartelli stradali che campeggiano in piazza Marconi. L.N.
Luisa Nicoli 11.10.2018

Nuovi segnali e un’ordinanza di divieto. Con il rischio multa. «Anche se il provvedimento non vuole essere sanzionatorio né repressivo. Ma ha solo un obiettivo: la sicurezza», precisa l’assessore alla mobilità urbana Nicolò Sterle. L’Amministrazione di Arzignano è intervenuta per risolvere un problema riscontrato in piazza Marconi con una certe frequenza: auto che dal parcheggio escono contromano immettendosi in corso Mazzini. «Capitava praticamente tutti i giorni e più volte - precisa -. Ci siamo confrontati anche con la polizia locale, che ha confermato il problema spiegandoci di fare attività di informazione al comportamento errato di molti automobilisti. Andare contromano in una piazza del centro, con il tipo di accesso che c’è su piazza Marconi, è molto pericoloso e un rischio per i veicoli in arrivo da corso Matteotti e corso Garibaldi e per le ciclisti e pedoni». Ora sono arrivate la nuova segnaletica e l’ordinanza per il senso unico di circolazione su piazza Marconi, direzione Campo Marzio, con divieto di uscita in corso Mazzini, firmata dal comandante della polizia locale Massimo Parolin. «Abbiamo colmato in realtà una carenza esistente, che generava confusione - continua Sterle -. Prima una specifica ordinanza di divieto infatti non c’era. Dalla realizzazione della piazza nel 2008 l’allora Amministrazione non aveva regolamentato il transito, probabilmente perché si voleva lasciare la possibilità in futuro di modificare la Ztl. Poi però è stata posizionata la segnaletica che vietava l’uscita da piazza Marconi su corso Mazzini e quindi è diventato un senso unico di fatto. Anche se i cartelli probabilmente non era sufficienti e non visibili chiaramente per un’area di oltre 100 metri di lunghezza». Così ora all’accesso di piazza Marconi e nei pressi dei posti auto, in entrambi i lati, quattro a sinistra e due a destra, fa bella mostra di sé la nuova segnaletica, con le frecce direzionali collocate anche sotto la cartellonistica con le indicazioni stradali. “Così eliminiamo definitivamente ogni possibile situazione di confusione o di incertezza degli automobilisti – conclude Sterle -. Multe ai trasgressori? Adesso c’è un’ordinanza che le legittima ma non è questo il senso del provvedimento. Intanto verranno informati i cittadini perché venga rispettata la corretta circolazione». • © RIPRODUZIONE RISERVATA