Troppe dimissioni, scontro in Consiglio

Scontro sulle dimissioni nella recente seduta del Consiglio
Scontro sulle dimissioni nella recente seduta del Consiglio
Albano Mazzaretto 02.06.2018

Due consigli comunali in pochi giorni. Dopo il Consiglio maratona, una nuova seduta per la surroga all’assessore e consigliere dimissionario Elisa Cosma, dimessasi da entrambe le cariche appena 8 mesi dopo essere subentrata all’assessore e consigliere Katia Pierantoni, che a sua volta aveva dato le dimissioni dopo 15 mesi di attività amministrativa. Alla Cosma, subentra l’ultimo dei non eletti, Giuseppe Scalise come semplice consigliere poiché per effetto delle quote rosa, ora si dovrà nominare un assessore esterno. «Perché queste nuove dimissioni e a pochi mesi da quelle del precedente assessore Katia Pierantoni e sempre all’assessorato alla cultura e alla scuola – ha chiesto Massimiliano D’Ausilio del gruppo di minoranza M5S -» «La dimissionaria Elisa Cosma non ha inviato alcuna lettera – ha risposto il sindaco Ulisse Borotto -. Le sue dimissioni sono dovute a motivi personali, non riusciva a conciliare l’attività amministrativa con la vita privata.» Ma su questo D’Ausilio porta una testimonianza diversa. «Il fatto è che non andava d’accordo con voi – la replica del consigliere del M5S –. Ci risulta che ci sia stato un litigio con l’assessore Nicola Cazzaro e così in due anni questo è il secondo assessore che se ne va». «Come in ogni famiglia si discute e ci si chiarisce la risposta del primo cittadino - pensavo che la questione fosse stata risolta per cui le dimissioni sono state una sorpresa per tutti, ma visto che mi accusate che controllo tutto, lascio parlare i consiglieri.» «Già, lascio parlare, queste parole dicono tutto» il commento al vetriolo di Luigino Pastorello del gruppo di minoranza Uniti per Nanto. «Sei ridicolo» la replica di Borotto. E D’Ausilio: «Tu sei ridicolo, sono sette anni che perdi pezzi di amministrazione, in questo mandato in 2 anni hai già perso 2 assessori e nel precedente, in 5 anni, 3 assessori». Il discorso, dopo il botta e risposta fra Borotto e D’Ausilio, è tornato sulle dimissioni della Cosma. «Noi abbiamo cercato di aiutarla in vari modi – la precisazione del vicesindaco Luca Marchesini, lasciando capire che l’assessore dimissionaria avrebbe avuto delle difficoltà a integrarsi nella giunta -. Difficoltà ci sono ma abbiamo sempre cercato di ragionare e confrontarci tutti insieme sulle cose da fare per trovare le giuste soluzioni .» Che ci sia stato un contrasto lo ha ammesso direttamente l’assessore Cazzaro. «È stato con me nell’ufficio del sindaco dove c’eravamo tutti. Uno scontro ma poi ci siamo spiegati, senza rotture, per questo le dimissioni sono state una sorpresa.» Riccardo Toazza del gruppo Uniti per Nanto ha fatto notare che le dimissioni di due assessori e poi lo scioglimento delle commissioni comunali, mettono in evidenza come l’amministrazione si stia chiudendo in sé stessa. «Non è successo niente, si riprende il lavoro amministrativo come sempre», il finale di Borotto. • © RIPRODUZIONE RISERVATA