Strada pericolosa Arriva l’accordo per una rotatoria

La firma dell’accordo per la realizzazione del rondò.  GREGOLIN
La firma dell’accordo per la realizzazione del rondò. GREGOLIN
Antonio Gregolin 06.07.2018

Cambia e migliora in termini di sicurezza la viabilità nel centro storico di Montegaldella. Lo annunciano il sindaco Paolo Dainese e l’assessore alla viabilità della Provincia, Renzo Marangon, che hanno siglato l’accordo per il progetto per la nuova rotatoria sulla strada provinciale che funge da collegamento tra Montegaldella con Cervarese S.Croce (Pd) unendo di fatto due provincie. Un intervento reso necessario per interrompere il rettilineo stradale che taglia il centro paese, troppo spesso visto come pista di lancio per camion, auto e moto. Da anni si parla di sicurezza in questo tratto stradale, con ripetuti incidenti alcuni dei quali mortali, con un continuo rimpallo di soluzioni tra le amministrazioni che si sono succedute. Ora si è deciso di passare finalmente ai fatti, con il progetto presentato ufficialmente nella Sala Consigliare del Municipio di Montegaldella, alla presenza dei rispettivi funzionari e tecnici comunali e provinciali. «L’intervento di Montegaldella –ha illustrato Marangon-, rientra nel piano d’intervento dei 34 progetti 2018 da 5 milioni di Euro per la sicurezza e manutenzione dell’intera rete stradale provinciale». Progetto che Montegaldella ha posto tra le sue priorità, dopo la soluzione dell’intricata trattativa tra Comune, Parrocchia e privato, durata qualche anno, con l’acquisizione del terreno adiacente la chiesa parrocchiale concesso per lunghi anni sulla parola come parcheggio pubblico, intenzionalmente chiuso poi dagli stessi eredi. Il Comune diventato da poco proprietario dell’area, grazie all’indennità accettata dal privato, ha presentato alla Provincia un piano per una rotatoria ogivale a rialzo con immissione da via Cucca, Roma e Rialto, dal costo di 190mila Euro. «Costi che la Provincia sosterrà con un finanziamento di 95 mila Euro –ha sottolineato l’assessore Marangon-, che verrà implementato con una medesima somma dal Comune, che seguirà a sua volta la conduzione stessa dei lavori». Data la sensibilità viaria del luogo, con un’alta frequentazione viabilistica e migliaia di mezzi in transito ogni giorno, la vicinanza della chiesa e l’innesto di una strada comunale, la soluzione prospettata dai tecnici ha convinto Comune e Provincia, che si dichiarano “soddisfatti del progetto” che a detta dello stesso Marangon, “dovrebbe essere realizzata entro l’anno”. «Sono già partite le gare di appalto con le ditte costruttrici e con ottimismo credo che nel 2018 verrà realizzata la rotatoria tanto invocata, con tanto di aiuola spartitraffico, l’allargamento della strada, gli innesti con la via laterale e il mantenimento seppur ridotto dello spazio di sosta». Il conteso parcheggio parrocchiale invece sarà rimosso, con l’obbligo di sosta per le auto nel vicino piazzale parrocchiale da poco realizzato. • © RIPRODUZIONE RISERVATA