Ladri in azienda 12 volte «Persi così 100 mila euro»

Paolo Dal Cavaliere mostra l’infisso forzato domenica notte. GUARDA
Paolo Dal Cavaliere mostra l’infisso forzato domenica notte. GUARDA
Matteo Guarda 02.08.2018

«Ormai ho perso anche il conto di quante volte sono venuti o sono entrati nel capannone rubando o tentando di rubare la merce o i materiali. Sto scontando una situazione di grande disagio per i continui furti che ha subito la mia attività e soprattutto per i danni diretti e indotti che i ladri mi fanno causato per rubare cose che per loro possono avere un valore ordinario, ma che per me significano mancati guadagni, tempo sottratto al lavoro, rischio di ritardi nelle consegne e tante preoccupazioni in più». È lo sfogo di Paolo Dal Cavaliere, titolare della Mpe Service srl di via Bocconcello 34, nella zona industriale di Meledo, frazione di Sarego. Domenica notte il suo capannone è stato obiettivo di una banda di ladri che in pochi attimi è riuscita a portar via quasi una tonnellata di ottone accatastato sui bancali e preparato per essere messo in lavorazione l’indomani, con le consegne alle porte prima della pausa di Ferragosto. Da quando ha aperto l’azienda nei primi anni Duemila è il dodicesimo furto andato a segno. «Soltanto l’altro giorno tra il valore della merce che è sparita e la scia di danni che mi hanno lasciato, l’ammontare della perdita si aggira sui ventimila euro - afferma l’imprenditore -. Le lastre che hanno caricato dal mio magazzino potranno essere rivendute ad un prezzo di pochi euro al chilo, quando io ho dovuto pagarle almeno cinque volte tanto». E la somma, tenendo conto delle volte precedenti, fa presto a lievitare. «Ho stimato che potrei aver già passato i centomila euro tra danneggiamenti diretti e risorse che ho dovuto impegnare per far fronte alla situazione che hanno creato i ladri. La mia è un’azienda piccola, artigiana, dove fianco a fianco con me lavorano tre dipendenti. In una realtà come la mia questi furti incidono. Non si può andare avanti così», lamenta Dal Cavaliere. E in zona i furti non sono stati pochi. «Tra bar, magazzini, laboratori e uffici qui i ladri hanno passato quasi tutti, e anche più volte. C’era il progetto di mettere delle telecamere comunali ma poi non si è più sentito nulla», ricorda Felice “Felix” Lovato, contitolare dell’autolavaggio di via Bocconcello, già “visitato” più volte dai ladri, ed ex consigliere comunale di minoranza. Nell’area produttiva lungo la strada provinciale fino a due anni fa si parlava, infatti, di un progetto per installare delle telecamere pubbliche. «Sarebbe ora di far partire quel progetto perché sono diverse le aziende qui vicino colpite dai ladri - precisa il titolare della Mpe Service -. Ci aspettiamo che il Comune porti avanti l’iniziativa. Sono disposto a mettere la mia parte per agevolare le telecamere in via Bocconcello perché credo possa servire per fornire elementi utili per individuare i colpevoli». • © RIPRODUZIONE RISERVATA