Addio al pranzo in classe La mensa sarà ampliata

La scuola dell’infanzia di Monticello di Fara a Sarego. MASSIGNAN
La scuola dell’infanzia di Monticello di Fara a Sarego. MASSIGNAN (BATCH)
14.01.2018

Matteo Guarda Sarà raddoppiata la mensa della scuola dell’infanzia di Monticello di Fara, nella frazione di Sarego. I piccoli alunni potranno così pranzare tutti insieme senza essere suddivisi in più turni o rimanere a mangiare ciascuno sul proprio banco. È questo uno degli obiettivi del progetto della seconda tranche dei lavori che interesseranno l’asilo e che sono già stati programmati dall’Amministrazione comunale, con l’intenzione di trovare esecuzione durante i prossimi mesi. L’intervento riguarda più aspetti, come il potenziamento delle soluzioni di risparmio energetico, la messa in sicurezza della parte vecchia del plesso e la realizzazione della nuove cucine con l’ampliamento del refettorio. E proprio in questi giorni si è tenuto un incontro tra progettisti, amministratori e tecnici comunali per definire gli ultimi adempimenti e riuscire ad andare in gara nel corso nelle prossime settimane. «Entro marzo dovremo partire con il bando d’appalto - spiega il sindaco Roberto Castiglion - mentre nei prossimi giorni ultimeremo il progetto esecutivo con i dettagli dei lavori, che puntano ad un maggiore isolamento termico, prevenzione antisismica e nuovi spazi per la mensa in modo da arrivare ad ospitare tutte le sezioni della scuola, invece di metà alla volta per turno o che gli alunni pranzino sul banco, come è avvenuto finora». La prima tranche dei lavori era stata inaugurata con la passata Amministrazione comunale poco più di un anno fa dal vicepresidente della Camera, on. Luigi Di Maio, oggi candidato premier del Movimento Cinque Stelle. I lavori avevano visto aumentare il numero delle aule e previsto nuovi locali di servizio, ma non la nuova mensa. Per la realizzazione del secondo stralcio il Comune ha di recente ricevuto la conferma da parte della Regione di un contributo pari a 750 mila euro su un totale di spesa di circa 850 mila previsti nel preventivo di massima. In totale, salirebbe a oltre 1 milione e 500 mia euro l’importo investito per l’ampliamento della scuola materna di Monticello dopo la chiusura dell’asilo di Meledo ospitato nei locali della casa di riposo “Bisognin”, considerati non più adeguati per le funzioni di scuola materna. L’edificio, risalente agli anni Sessanta, avrebbe dovuto subire un intervento di profonda ristrutturazione, il Comune ha deciso così di investire su un edificio di proprietà comunale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi la notizia