Esempi di volontariato Una targa dal Comune

Il momento delle premiazioni dei cittadini benemeriti.BUSATO
Il momento delle premiazioni dei cittadini benemeriti.BUSATO
Felice Busato 27.06.2018

Il costante impegno nel volontariato di tre cittadini di Pojana Maggiore, che hanno a lungo operato nei gruppi alpini e fanti è stato riconosciuto dal Comune con la consegna di una targa. La cerimonia si è svolta in un’affollata sala Imperatori, a Villa Pojana, durante la festa aperta in piazza IV novembre dalla presenza della banda musicale “Philarmonic music band” e dai gruppi d’arma. «Un’iniziativa a cui teniamo molto e proposta per il terzo anno, un modo per mettere in evidenza degli esempi di servizio alla collettività che vanno premiati» ha sottolineato il vicesindaco Christian Durante, affiancato dal sindaco Paola Fortuna. Dopo il commosso ricordo, da parte del figlio Luigi, con alcuni aneddoti del cav. Giovanni Bonato, primo sindaco di Pojana dal ’48 al ’53, cui è stata intitolata lo scorso anno una via della nativa Cagnano, la consegna delle targhe è stata aperta da Giuseppe “Beppino” Ceccato alla guida degli alpini pojanesi in due diversi mandati e premiato dal gen. Giancarlo Comacchio (ex vicepresidente della Lilt vicentina) e dall’attuale capogruppo Gianfranco Schenato. È stata poi la volta del cav. Mario Andreolli, da 51 anni impegnato nella sezione dei fanti, di cui 31 come capogruppo e attuale segretario. È stato premiato dall’attuale capogruppo Sereno Bernardi. Riconoscimento anche a Giovanni Ferrari per 25 anni capogruppo degli alpini di Cagnano e per 15 segretario, la cui figura è stata tratteggiata da Arrigo Lombardi. • © RIPRODUZIONE RISERVATA