Pirata scovato
e denunciato
dopo due mesi

L'auto che era rimasta danneggiata dal tamponamento. BUSATO
L'auto che era rimasta danneggiata dal tamponamento. BUSATO
F.B.04.09.2018

AGUGLIARO/NOVENTA.  Aveva tamponato, alla guida di una Mercedes classe A, un suv Suzuki Ignis provocando il ferimento delle tre persone a bordo, tutte di Lozzo Atestino (Padova), per poi dileguarsi senza prestare soccorso.

A distanza di oltre due mesi, dopo un laborioso lavoro di ricerca incrociando le immagini di due telecamere della zona e ascoltando varie testimonianze, la Polizia Locale del distretto Bassovicentino è riuscita rintracciare e a denunciare per omesso soccorso e lesioni personali aggravate il quarantottenne E.A. residente a Saletto di Borgo Veneto, nel Basso padovano, che ha già precedenti specifici.

L'automobilista padovano attorno alle 22, ad Augliaro, proveniente da Vò Euganeo e diretto verso la Riviera Berica, al rientro da un sorpasso azzardato di varie auto urtò il suv guidato dal cinquantasettenne Vanni Ruffin, con a bordo il cinquantunenne F.P. e il sessantatreenne G.C., tutti residenti a Lozzo Atestino. Ad avere le conseguenze più serie nell'urto fu G.C. ricoverato prima all'ospedale "Milani" di Noventa e poi al S.Bortolo con una prognosi di quaranta giorni, mentre gli altri due compaesani se la cavarono con una prognosi di pochi giorni.

 

Sempre grazie alle immagini delle nuove telecamere installate ad inizio anno dal Comune sul territorio noventano e ai reperti del veicolo, la polizia locale è riuscita ad individuare l'automobilista che poco dopo le tre della notte tra domenica e lunedì ha sbattuto sullo spigolo di un'abitazione di via Frassenara 22, danneggiando il contatore del gas e allontanandosi dal luogo. Si tratta di una cinquantaduenne diretta, alla guida di una Hyundai Atos, verso Saline, dove risiede, per la quale scatterà una sanzione amministrativa.