Montegalda Ricordato il sacrificio del colonnello GildoniMontegalda | Montegalda

Ricordato il sacrificio del colonnello Gildoni

La cerimonia ospitata nella caserma dei carabinieri di ThieneCelebrazione a Nanto.  GREGOLIN
La cerimonia ospitata nella caserma dei carabinieri di ThieneCelebrazione a Nanto. GREGOLIN
18.07.2018

Doppia cerimonia ieri mattina per commemorare il colonnello dei carabinieri, medaglia al valor militare, Valerio Gildoni. Fu vittima a Bosco di Nanto il 17 luglio 2009, colpito alla testa da un colpo di fucile, durante un’azione dissuasiva nei confronti di un anziano armato e barricato in casa. A Montegaldella nona cerimonia in memoria del colonnello Gildoni. Il suo sacrificio è stato ricordato alla presenza dei vertici istituzionali e dell’Arma: dal prefetto Umberto Guidato, al questore Giuseppe Petronci, al comandante provinciale dei carabinieri colonnello Alberto Santini e al comandante del reparto operativo di Vicenza tenente colonnello Alessandro Giuliani. Nutrita anche la presenza dei primi cittadini: Montegaldella, Grisignano, Camisano, Grumolo delle Abbadesse, Nanto, Longare, Isola Vicentina, Torri di Quartesolo, Barbarano, Camisano che hanno partecipato alla funzione religiosa officiata dal cappellano militare don Corrado Tombolan e alla deposizione della corona d’alloro al monumento nella rotatoria principale del paese. Oltre alle autorità, presenti anche associazioni di volontariato, gruppi alpini e carabinieri in congedo. Cerimonia allestita anche al comando compagnia dei militari dell’Arma di Thiene con partecipazione, tra gli altri, del capitano Davide Rossetti comandante di compagnia, dell’assessore Alberto Samperi e di rappresentanti dell’Associazione nazionale carabinieri Thiene-Zanè. Deposto un mazzo di fiori ai piedi della lapide commemorativa, all’interno della caserma, che è intitolata alla memoria dell’ufficiale. • © RIPRODUZIONE RISERVATA