Rissa e fuga in auto in pieno centro Via 18 punti patente

I fatti si sono verificati nella centralissima piazza Garibaldi.ZONIN
I fatti si sono verificati nella centralissima piazza Garibaldi.ZONIN
Lino Zonin 02.01.2019

Giornate di fine d’anno movimentate per gli agenti della polizia locale di Lonigo. Il loro intervento si è reso necessario venerdì a seguito di una violenta lite tra giovani scatenatasi in piazza Garibaldi. Il tafferuglio si è concluso con una precipitosa fuga in auto e, transitando ad alta velocità per vicolo Oliveti, il veicolo con a bordo alcuni dei protagonisti della rissa ha danneggiato un’auto in sosta, senza fermarsi. I vigili, giunti rapidamente sul posto, hanno raccolto alcune testimonianze e, controllando le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza, sono in breve tempo riusciti a stabilire l’identità del conducente dell’Audi che si era precipitosamente allontanata dalla piazza. Si tratta di B.D. un giovane del 1998 residente in Val Liona, al quale sono state notificate le gravi infrazioni compiute durante la bravata. Oltre a una multa di 450 euro e all’obbligo di risarcire il proprietario del veicolo in sosta, al ragazzo è stata inflitta una decurtazione di 18 punti dalla patente. Anche se non sono state presentate denunce, gli agenti continuano le indagini per scoprire il motivo del litigio avvenuto in piazza e identificare altri protagonisti. «Anche in questo caso – spiega il comandante della polizia locale leonicena Alessandro Rigolon – è stato fondamentale per il buon esito dell’operazione il supporto fornito dalle telecamere di sorveglianza. Grazie gli ultimi potenziamenti, i punti di registrazione presenti nel distretto e collegati al nostro comando sono 47, dei quali 28 nella sola Lonigo». Gli autori degli atti di vandalismo che nelle ultime settimane hanno imperversato nel centro storico leoniceno sono avvisati: sarà sempre più difficile, per loro, farla franca. Il comandante Rigolon comunica infatti che, proprio grazie alle informazioni fornite dai dispositivi di ripresa, anche l’autore della spaccata alla bacheca dell’Amo Club che si trova sotto i portici di piazza Garibaldi è stato individuato, assieme agli altri giovani che, nella notte tra il 15 e il 16 dicembre, hanno danneggiato alcune auto in sosta. Restano ancora da scoprire i vandali che ai primi di dicembre se la sono presa con l’insegna che annunciava una mostra di pittura a palazzo Pisani e rotto il vetro di una porta di accesso alla residenza municipale. Ma sembra che anche per loro il momento della resa dei conti si stia avvicinando. • © RIPRODUZIONE RISERVATA