Il re della pizza calabra è un “polenton”

Paolo Bosaro 27.10.2018

Un pizzaiolo leoniceno sbanca l’agguerrita concorrenza internazionale e si aggiudica il Mondiale della pizza al peperoncino piccante. Giuliano Bressan, 59 anni, un passato da operaio in cartiera e un presente da vero «re della pizza», grazie ai numerosi trofei e riconoscimenti conquistati in ventinove anni di carriera, ha portato a casa da Scalea, in provincia di Cosenza, un premio inaspettato, vinto nella patria del peperoncino piccante. Bressan, veneto doc, cresciuto a polenta e sopressa, ha dimostrato ancora una volta le sue grandi capacità di pizzaiolo ma anche un forte spirito di adattamento perché ha saputo lavorare al meglio in un terreno fuori da quello abituale. Ma Giuliano è uno che non si lascia certo spaventare dalle sfide. Le affronta con umiltà e nel contempo tenacia, impegnandosi per offrire il meglio di sé. Martedì scorso Bressan è sceso a Cosenza con l’impasto della sua pizza già pronto e conservato in frigorifero. Il giorno successivo è iniziata la gara. Davanti ai cinque forni allestiti in un grande resort di Scalea, si alternavano 210 concorrenti da tutto il mondo. Il pizzaiolo è stato chiamato a preparare la sua pizza alle 16. «Ho condito la pasta con una mousse al peperone e peperoncino, peperoni freschi, mozzarella, pancetta affumicata, porcini, parmigiano e salamino piccante», ricorda Bressan. «Ho infornato e servito ai giudici la pizza». Il 59enne era inserito nella categoria «pizza in pala». Mercoledì, a mezzanotte, hanno finalmente decretato la sua vittoria al Mondiale. «È stata una grande emozione, però ero sicuro di aver presentato un buon prodotto perché i gusti degli ingredienti si percepivano tutti distintamente e il peperoncino dava soltanto il tocco finale di piccantezza», spiega. Il segreto di Giuliano? Non assaggiare mai le sue pizze. «Io mangio solo la margherita, sono i miei familiari che provano le mie creazioni. Mi fido del loro parere e del mio istinto e i risultati, fortunatamente, arrivano», sorride. Ora la pizza al peperoncino piccante vincitrice del Mondiale 2018 si potrà gustare nella pizzeria di Giuliano, «La Roda» di Almisano di Lonigo. Nel locale sono esposti tutti i trofei conquistati negli ultimi anni. Bressan è stato campione del mondo ed europeo nel 2007, ancora campione europeo nel 2013. Ha inoltre ottenuto un prestigioso quarto posto al Trofeo Pulcinella dei Magnifici 100 l’anno scorso. Insomma, una lunga serie di riconoscimenti in varie occasioni. Ma vincere in terra calabra con una pizza tipica della tradizione calabrese dà ancora più soddisfazione al pizzaiolo leoniceno. • © RIPRODUZIONE RISERVATA