Leggere una storia crea complicità Consigli dell’esperta

Un’ambientazione suggestiva per la lettura di fiabe. GUARDUCCI
Un’ambientazione suggestiva per la lettura di fiabe. GUARDUCCI
L.GU. 17.05.2018

Leggere una storia ad un bambino è il modo più efficace per solleticarne l’interesse e la curiosità con risvolti importanti sul piano relazionale ed emotivo e sullo sviluppo della personalità. Serve, inoltre, ad instaurare una comunicazione fatta di complicità e fiducia con l’effetto di rinsaldare il legame tra l’adulto che racconta e il piccolo che ascolta. Su questo tema lunedì, alle 20.30, nella biblioteca comunale di Castegnero (via Pilastrini, 8) si terrà il secondo ed ultimo appuntamento del corso “Leggere come si legge”, organizzato dall’assessorato alla cultura sotto lo slogan “A Castegnero fai girare la Cultura!” per approfondire e dare consigli sulla lettura condivisa con i bambini nelle modalità e nella scelta dei libri a loro dedicati. A condurlo sarà Elisa Spinello della “cooperativa Socio Culturale” di Venezia, laureata in Storia dell’arte e in Amministrazione e Controllo City Management, Management Pubblico e No Profit, da anni impegnata nel seguire percorsi per bambini e ragazzi nelle scuole e biblioteche, sull’arte, la lettura e le principali pratiche laboratoriali. La partecipazione è gratuita con prenotazione obbligatoria telefonando al numero 3471049204. • © RIPRODUZIONE RISERVATA