Pfas, Lorenzin
«Dialogo con Veneto
sulla plasmaferesi»

Pfas, la Lorenzin e il dialogo con il Veneto
Pfas, la Lorenzin e il dialogo con il Veneto
11.01.2018

«Abbiamo avviato un forte dialogo con la Regione Veneto consigliando alcuni passaggi che permettano di fare una vera sperimentazione sulla plasmaferesi, perché dobbiamo essere certi che non ci siano effetti negativi da questa pratica». Lo ha affermato il ministro della Salute Beatrice Lorenzin rispondendo a una domanda sull’uso della plasmaferesi, la tecnica di separazione selettiva di plasma dal sangue per rimuovere dal circolo sanguigno sostanze nocive o tossiche, in Veneto per eliminare i Pfas (le sostanze perfluoroalchiliche) dal sangue.
«In Veneto abbiamo un tema molto grave di inquinamento da Pfas, è il secondo caso al mondo, ma non abbiamo nessuna prova che la plasmaferesi elimini la sostanza, e non abbiamo idea degli effetti sull’organismo a medio termine. In Veneto avrebbero dovuto avviare una procedura di sperimentazione con un comitato bioetico, perché non ci sono precedenti. Noi comunque ora abbiamo avviato un forte dialogo con la Regione, consigliando alcuni passaggi che permettano di fare una sperimentazione prima, perché dobbiamo essere certi che non ci siano effetti negativi».