Parco della legalità
nell'ex villa
di Maniero

Felice Maniero in una foto d'archivio
Felice Maniero in una foto d'archivio
Ansa17.05.2016

CAMPOLONGO MAGGIORE (Venezia). Un parco giochi della legalità nell’ex villa del boss della mafia del Brenta Felice Maniero. L'abitazione, che si trova a Campolongo Maggiore, già confiscata, è a disposizione della collettività ed già sede del FabLab Affari Puliti 3D, il laboratorio per la fabbricazione digitale e la stampa 3D. L’iniziativa, sponsorizzata dalla Cna regionale del Veneto e patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e dalla Regione Veneto, è stata denominata "Recycle-game" e unisce progettazione partecipata, design, digitalizzazione, lavoro artigianale, riciclo di materiali di scarto. Motore del progetto è Scrapycle, startup innovativa che mette in comunicazione aziende e Pa che producono materiali di scarto con designer e artigiani che li riutilizzano al meglio, e il FabLab Affari Puliti 3D. La scommessa di Cna veneta e Scrapycle è sviluppare una collaborazione duratura che permetta di investire su nuovi materiali e processi produttivi sostenibili e di lottare contro il silenzio e lo spreco mafioso. Il 28 maggio gli organizzatori presenteranno il progetto per completare la raccolta del materiale e mostrare dove sarà installato il parco. Il concept da cui partirà lo sviluppo progettuale è un concentrato di semplicità e libertà creativa: 6 semplici moduli piramidali in legno, disponibili a piacimento sul terreno, tenuti insieme da giunti stampati in 3D. Legando queste strutture tra loro con pezzi di legno, corde, reti o vecchi pneumatici, i designer costruiranno diverse giostre dando forma al parco giochi. In questo percorso saranno ispirati dalla fantasia dei ragazzi delle scolaresche e potranno contare sulla consulenza e l’apporto tecnico degli imprenditori artigiani.