Giovani, ruolo e ingaggio Tutti i rebus del mercato

Francesco Guiotto 04.01.2019

Francesco Guiotto Il calciomercato è tutta questione di numeri che devono tornare. Quelli del budget, prima di tutto, perché solo la proprietà di un club può decidere quanto investire per tentare di rafforzare la squadra. Ma anche quelli della lista, ovvero l’elenco dei 22 giocatori nati prima dell'1 gennaio 1998 che ogni società dovrà presentare con i dovuti aggiornamenti in vista delle prossime partite di serie C. Solo i calciatori presenti nella lista ufficiale potranno infatti essere schierati; le società che non rispettassero questo elenco incorrerebbero in pesanti sanzioni pecuniarie, che non a caso tutti i club hanno evitato da quando esistono tali norme. L’ammenda sarebbe di 10 mila euro per il primo giocatore non in lista impiegato in una partita, 20 mila per la seconda infrazione, 50 mila dalla terza in poi, oltre alla rinuncia totale ai contributi ricevuti in base al minutaggio dei calciatori più giovani. Insomma, un bagno di sangue. TRA OVER E UNDER. Le caratteristiche tecnico-tattiche di un giocatore e il costo del suo ingaggio devono pertanto sempre accordarsi anche all’anagrafe: l’anno di nascita diventa un discrimine fondamentale per individuare un nuovo acquisto. Le normative di Lega prevedono che dei 22 calciatori in lista, al massimo 14 siano nati prima dell’1 gennaio 1996 (i cosiddetti “over”), più eventualmente un giocatore “bandiera” e un “prodotto del vivaio”; a completamento possono essere inseriti giocatori delle annate 1996 e 1997. I ragazzi più giovani, quelli nati dal 1998 in poi, sono invece schierabili senza vincoli di lista. LANE IN SOVRANNUMERO. Come noto, con l’arrivo di Cinelli il Vicenza è già virtualmente in sovrannumero tra gli “over”: per far posto al nuovo acquisto dovrà per forza uscire dalla lista attuale un giocatore nato prima del 1996. Anche nell’elenco di completamento (i classe 1996 e 1997) la rosa è in teoria piena, con un posto che però di fatto si è già liberato: il terzino Bortot, infatti, pur essendo fisicamente ristabilito da oltre due mesi non è mai stato convocato né inserito in una distinta di gara ufficiale, proprio per agevolarne il tesseramento per un’altra società nella finestra di mercato appena aperta. Con la sua uscita dalla lista, Seeber potrà dunque andare a cercare un giocatore classe 1996 o 1997 da inserire al suo posto. BANDIERA E VIVAIO. Si accennava ai giocatori “bandiera” e “del vivaio” che consentono di portare gli “over” da 14 a 16. Il primo deve avere già disputato almeno quattro campionati (anche non consecutivi) nel club: poiché l’L.R. Vicenza Virtus dal punto di vista del titolo sportivo prosegue il percorso del Bassano, la “bandiera” può essere uno a scelta tra Bizzotto, Stevanin e Maistrello (non Giacomelli, che ha disputato sei campionati nel fallito Vicenza Calcio). Allo stesso modo, uno tra Bizzotto e Stevanin può occupare l’altro posto aggiuntivo disponibile, quello del “prodotto del vivaio”: un calciatore, cioè, che abbia militato per almeno quattro stagioni (anche non consecutive) nelle giovanili tra gli Esordienti e la Berretti/Primavera. Partendo dalla certezza che il capitano Bizzotto non è in uscita sul mercato, ai fini della lista cedere solo uno tra Maistrello e Stevanin o cederli entrambi non farebbe differenza: si libererebbe comunque un solo posto da “over”. TETRIS BIANCOROSSO. Il ds Werner Seeber dovrà dunque studiare un calciomercato in cui, come nel celebre videogioco Tetris, gli incastri tra i vari pezzi rimangano perfetti. Per ogni “over” che entra (come Cinelli), ne deve uscire un altro; lo stesso vale per ogni giovane classe 1996 o 1997. La libertà assoluta senza obblighi di uscite ci sarà solo per “pescare” eventualmente ragazzi nati dal 1998 in poi, ma in quel caso la scommessa è sempre a rischio: basti pensare a Matteo Rover, esterno destro classe 1999 giunto in prestito al Vicenza dall’Inter lo scorso agosto con le stimmate del campioncino, che però a differenza del suo pari età Leonardo Zarpellon non ha trovato spazio. • © RIPRODUZIONE RISERVATA