Crac Vicenza
I giocatori:
«Ecco la verità»

La conferenza stampa di oggi pomeriggio
La conferenza stampa di oggi pomeriggio
12.01.2018

VICENZA. Si è appena conclusa la conferenza stampa dei giocatori biancorossi, nella sede dell'Associazione Calciatori. «Se ci sono garanzie (regolare pagamento degli stipendi) i giocatori sono disposti a restare e a ritirare i ricorsi» sottolinea il direttore generale dell’Aic Gianni Grazioli.

Parole confermate anche da Giacomelli che ha letto una nota a nome della squadra e ha aggiunto: «Insieme ai tifosi siamo la parte buona di questo Vicenza». Nel comunicato sono state ripercorse tutte le vicende degli ultimi mesi iniziando dal ritiro a metà luglio. 

«Siamo stati sommersi da racconti che i libri di favole dei nostri bimbi - ha detto Giacomelli - non sono nulla in confronto. Da cronistorie di trattative di infinite cordate, che nel giro di poche ore sparivano nel nulla. Da promesse mai mantenute. Da parole dette senza avere nessuna conferma. Ma soprattutto senza mai percepire uno stipendio da agosto a questa parte».

 

La società avrebbe disposto che domani a Padova si vada a giocare con la Berretti. Ipotesi respinta con forza dai sostenitori biancorossi, che hanno diffuso un comunicato congiunto firmato da Curva Sud, Distinti e Centro coordinamento: «A seguito del tracollo che sta investendo il Vicenza e che ogni giorno si colora con nuove umilianti decisioni, le quali non fanno altro che peggiorare la situazione superando di gran lunga il ridicolo, comunichiamo con unione di intenti che nessun gruppo organizzato di nessun settore ha intenzione di recarsi a Padova. Non solo, ma ci impegniamo con ogni nostra forza a far sì che a Padova non ci arrivi nessuno, che si voglia mandare a giocare la Beretti, i fotografi, i raccattapalle o le avvenenti segretarie di Sanfilippo. Ci dispiace per i ragazzi del settore giovanile che non hanno nessuna colpa, ma questo accanimento terapeutico verso il Lane è un’agonia che non merita nessuno. Se i soci Vi Fin non sono in grado nemmeno di fallire, che scendano in campo loro. D’ora in avanti l’unione di intenti sarà la nostra forza portante e mettervi i bastoni fra le ruote il nostro unico scopo».

 

CORRELATI