Vicenza C’era una volta un Lane che ora sarà avversarioVicenza | Vicenza

C’era una volta un Lane che ora sarà avversario

Federico Giraudo, difensore piemontese scuola Toro, è alla TernanaMarco Romizi dopo le polemiche con il Lane è all’AlbinoLeffe
Federico Giraudo, difensore piemontese scuola Toro, è alla TernanaMarco Romizi dopo le polemiche con il Lane è all’AlbinoLeffe
Francesco Guiotto 31.08.2018

Il Vicenza c’è e si prepara ad affrontare il prossimo campionato di serie C con ambizioni da protagonista. Dato lo scenario che si prospettava la scorsa primavera dopo il fallimento societario e l’asta giudiziaria andata deserta, c’è di che tirare un enorme sospiro di sollievo. Confrontando la rosa della squadra che si è ritrovata a disputare lo scorso travagliatissimo campionato con quella attuale, i “superstiti” come noto sono solamente due: l’attaccante Stefano Giacomelli e il terzino destro Davide Bianchi. Che fine hanno fatto tutti gli altri durante la sessione di mercato estivo che chiuderà definitivamente i battenti stasera alle 20, dopo i “tempi supplementari” concessi alle società di terza serie? TANTI “NEMICI”. Del gruppo dei calciatori che per ultimi hanno esibito sul petto la V ideata da Toni Vedù e adottata come simbolo dal fallito Vicenza Calcio, quasi tutti alla fine sono rimasti in serie C: oltre ai due che si sono uniti allo “zoccolo duro” giunto da Bassano agli ordini del tecnico Giovanni Colella, ben altri 15 militeranno in terza serie anche nella prossima stagione. Circa la metà, tra l’altro, giocherà in squadre che molto probabilmente saranno avversarie dei biancorossi, ammesso che i tre gironi finora ipotizzati vengano finalmente ufficializzati dalla prossima assemblea di Lega Pro: date le recenti evoluzioni del sistema pallonaro italiano, dubitare fino all’ultimo è lecito, se non doveroso. Ciò premesso, si profila un derby triveneto con il portiere Alex Valentini e il difensore Alessandro Malomo (al momento infortunato alla caviglia), approdati alla Triestina. L’ardimentoso terzino sinistro Federico Giraudo, rientrato al Torino, è stato girato in prestito alla Ternana (che continua a battersi per il ripescaggio in B), mentre in Romagna si sono accasati il centrocampista macedone Isnik Alimi (al neopromosso Rimini) e l’attaccante Eric Lanini (Imolese, altra formazione salita dalla D): la punta di proprietà della Juventus, come si ricorderà, a gennaio aveva deciso di non proseguire la sua avventura a Vicenza, passando al Padova dove però ha fatto quasi solo da spettatore alla cavalcata verso la serie B della squadra di Bisoli. In Lombardia giocheranno invece i centrocampisti Francesco Giorno (nel Monza, altra squadra appena salita di categoria) e Marco Romizi: il mediano che per primo ha intentato un ricorso contro l’L.R. Vicenza Virtus si è infatti accordato con l’AlbinoLeffe. “COLONIA” VERCELLESE. Altri ex del Vicenza 2017/18 si cimenteranno nei gironi A e C, salvo magari incrociare il Lane negli eventuali playoff (di playout, onestamente, ne abbiamo già avuto abbastanza: preferiamo non considerare nemmeno l’ipotesi teorica). Il terzino Pietro Beruatto, superata la lussazione alla spalla, sarà agli ordini di Mauro Zironelli nella Juve B; sempre in Piemonte si è formata una “minicolonia” alla Pro Vercelli con i difensori centrali Luca Crescenzi e Luca Milesi e l’attaccante Gianmario Comi. Una coppia di mediani (Amidu Salifu e Lorenzo Tassi) seguirà invece le indicazioni di Alessandro Dal Canto all’Arezzo, mentre al Piacenza è stato confermato l’esterno Davide Di Molfetta, trasferitosi in Emilia già lo scorso gennaio. L’unico nel girone meridionale di serie C sarà il centrocampista Andy Bangu, passato al Matera. CON NICK E GINO. Hanno invece seguito in serie D i tecnici Nicola Zanini e Gino Sterchele due attaccanti: l’esperto Pietro De Giorgio e il giovane Massimiliano Giusti giocheranno nell’Este. Sempre in D proverà a segnare per il Crema Nicola Ferrari, mentre l’unico ad essere nominalmente promosso è il centrocampista Housem Ferchichi, rientrato in B al Palermo, dove però difficilmente troverà spazio. Stanno infine al momento cercando una nuova squadra il tecnico Franco Lerda e i vari Fortunato, Magri, Turi, Jakimovski: in bocca al lupo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA