Van der Westhuizen, l’angelo che placcò Lomu

 
07.02.2017

Gloria e placcaggi. E un destino che li ha uniti, a distanza di 15 mesi. Entrambi dopo aver combattuto lunghe malattie. Sul web scorre un video che immortala due colossi del rugby mondiale, stelle di quella finale della Coppa del mondo del 1995 a Johannesburg: l’uragano “nero” Jonah Lomu deceduto nel novembre del 2015 a causa di una sindrome nefrosica e il mediano di mischia sudafricano Joost Van der Westhuizen, morto lunedì’ scorso di Sla. Splendidi nella loro furia agonistica si ritrovarono insieme, da avversari per altre otto volte. In questa sequenza filmata il ragazzo biondo di Pretoria (secondo miglior realizzatore di mete internazionali per il suo Paese, 38, dopo Bryan Habana) in più di una circostanza riesce a bloccare quella montagna travolgente contribuendo in maniera determinante al titolo mondiale del Sudafrica di Nelson Mandela, appena uscito dall’apartheid.

CORRELATI