Women In Run
Cento donne
contro la violenza

Le runner a Parco Querini
Le runner a Parco Querini (ZORZANA)
Chiara Renso30.11.2015

Più di cento donne a Parco Querini per dire no alla violenza. L’evento benefico Running Flash-Mob, promosso dalle Women In Run di Vicenza, ha riscosso un grande successo coinvolgendo un numero più elevato di persone rispetto alla prima edizione di gennaio. Tutte le donne, vestite di fucsia- dress code della manifestazione- si sono ritrovate all’ingresso del parco cittadino per i saluti dell’Amministrazione comunale portati dal consigliere delegato alle pari opportunità, Everardo Dal Maso. L’avvocato ha ribadito come sia fondamentale che le donne, vittime di violenza, trovino il coraggio di denunciare, non chiudendosi nel silenzio. Ha sottolineato l’importanza di coinvolgere il mondo sportivo nell’ambito di una serie di iniziative volte sul tema della violenza contro le donne.. Questa è propria la linea seguita dalle Wir, acronimo di Women In Run, che si sono ritrovate insieme per far sentire la propria voce e per difendere il loro diritto di correre libere e in sicurezza “unendosi in branco”. Non è mancata la presenza maschile a sostenere la loro battaglia. Quest’anno le Wir d’Italia hanno scelto di indirizzare la raccolta fondi online a sostegno del progetto “Nei panni dell’Altra” di ActionAid. Questa Onlus mette a disposizione gratuitamente delle scuole il kit ludico didattico per far riflettere i ragazzi dai 12 ai 15 anni sui diritti delle donne e l’uguaglianza di genere in maniera interattiva e stimolante. La manifestazione è stata preceduta da due allenamenti collegiali .

Ma non finisce qui e la referente Rosita Ferraro pensa già al futuro: «Ci sono molte nuove idee in serbo visto l’entusiasmo delle partecipanti. L’obiettivo è quello di diventare sempre più “Wir…ali”. Tenetevi pronte per un party pre-natalizio sempre più fucsia».