I Rangers cedono (male) alla capolista Tarvisium

Non è stata sufficiente la grinta di Mico Bergamasco e compagniHa influito l’espulsione di Cenghialta nel primo tempo.  ARCHIVIO
Non è stata sufficiente la grinta di Mico Bergamasco e compagniHa influito l’espulsione di Cenghialta nel primo tempo. ARCHIVIO (BATCH)
Alessandro Benigno 12.03.2018

Alessandro Benigno VICENZA Sotto la pioggia i Rangers devono cedere l’andatura alla capolista Ruggers Tarvisium che passa al Comunale del Rugby per 13-7. Una gara decisa sui calci piazzati (3-1 a favore dei trevigiani), che non rimarrà di certo a lungo nella mente degli appassionati presenti ieri sugli spalti. Scarso spettacolo, poche emozioni, una meta per parte. Per la squadra di coach Cipriani la magra consolazione di un punto di bonus difensivo che, se si vuole vedere il bicchiere mezzo pieno, è pur sempre utile a smuovere la classifica. A fare la differenza nell’arco degli ottanta minuti, la capacità dimostrata dagli ospiti di essere più incisivi nei punti di incontro e più determinati in mischia. Capitan Torregiani e compagni, dalla loro, hanno pagato inoltre qualche errore di troppo commesso nella gestione dell’ovale, situazioni, queste, che si pagano se di fronte si ha un First XV ben organizzato fisicamente e tatticamente. Di sicuro l’espulsione di Cenghialta al 25’ del primo tempo per presunto gioco pericoloso, e la conseguente inferiorità numerica patita dalla squadra, non ha aiutato i biancorossi a competere nel migliore dei modi. Per vedere il tabellino smuoversi bisogna attendere il 27’, quando il Tarvisium si porta in avanti con la meta di Lioneri. Viotto trasforma. E sul 7-0 per i trevigiani il direttore di gara concede la pausa. Nella ripresa la compagine di Craig Green allunga sul 13-0 grazie a due realizzazioni dalla piazzola di Viotto al 10’ e al 17’. I Rangers tirano fuori l’orgoglio e nonostante le difficoltà si difendono bene e tentano di attaccare per risalire la china. Al 27’ Meneguzzo trova la via della meta finalizzando pregevolmente una bella azione del duo Gastaldo-Boscolo Prem. Nei minuti finali il Vicenza tenta il tutto per tutto, assaltando la metà campo avversaria con un azione offensiva ma l’arbitro fischia l’avanti e determina la fine del match. Nel prossimo turno, domenica 18 marzo, alle 14.30, i Rangers scenderanno sul manto verde del Parabiago. • © RIPRODUZIONE RISERVATA